in

Netflix Italia catalogo film e serie tv: no a VPN e proxy, ecco cosa sarà vietato

Il servizio di streaming legalizzato in molti paesi del mondo è finalmente giunto anche in Italia, ma con delle limitazioni che non sono passate inosservate a telefilm addicted e agli amanti dei film: il catalogo di Netflix, per quanto concerne l’Italia, è decisamente scarno rispetto a quello dei paesi all’estero. Alla mancanza di titoli, tanto per le serie tv quanto per i film, Netflix aggiunge un’ulteriore limite.

No a VPN e proxy, ma cosa vuol dire nel contesto di Netflix? I due elementi permettono al singolo utente di guardare serie tv o film dal catalogo di un paese estero, Inghilterra piuttosto che Irlanda. Con la nuova regola imposta da Netflix, non sarà più possibile: “Nelle prossime settimane, coloro che utilizzeranno proxy e unblocker saranno in grado di accedere soltanto ai contenuti disponibili nel paese in cui si trovano. Siamo sicuri che questo cambiamento non avrà effetto sui membri che usano proxy”, è quanto spiega David Fullagar di Netflix. 

Il divieto di VPN e Proxy dipende, principalmente, dal contenuto delle licenze, al quale Netflix, ormai colosso mondiale dello streaming, non intende sottrarsi, con lo scopo di evitare conseguenze legali. Le conseguenze della limitazione riguardano tutti i titoli di terze parti, che si basano su diritti differenti da paese a paese.

giuseppe tornatore a Tv Talk

Giuseppe Tornatore a Tv Talk: “Lavorerò ad una fiction”

Pensioni 2017 news: età pensionabile, gravosi e madri esonerati dall'aumento? Presentati emendamenti

Riforma pensioni 2016 ultime novità: lavoratori precoci, flessibilità e future pensioni di cosa essere consapevoli?