in ,

New York Public Library, la rivoluzione: 180mila documenti resi pubblici e gratuiti

“Per quanto possibile,la New York Public Library è impegnata a dare ai nostri utenti l’accesso alle informazioni e alle risorse” spiega Tony Marx, Presidente della biblioteca pubblica di New York, a proposito dell’iniziativa che ha preso il via lo scorso 6 Gennaio.

La New York Public Library, da sempre impegnata nella diffusione della cultura, ha reso disponibili in modo libero e gratuito 180mila risorse: tutte immagini in alta risoluzione, sono copie di documenti, studi, testi antichi, lettere e fotografie.“Oggi ci stiamo impegnando a fornire ai nostri utenti facsimili digitali che danno solo l’impressione di ciò che custodiamo nella nostra collezione fisica. Rendendo i nostri beni fruibili liberamente nella più alta qualità disponibile, stiamo veramente dando ai nostri utenti il più ampio accesso digitale possibile alle nostre collezioni” ha spiegato ancora Tony Marx in occasione del lancio della piattaforma di contenuti.

In un comunicato, l’istituto ha affermato che il fine ultimo di questi cambiamenti è quello di facilitare la condivisione e l’utilizzo dei materiali e risorse messi online, sia da parte di studiosi ma anche di semplici fruitori di internet o editori: i materiali scaricabili gratuitamente sono catalogati in ordine cronologico, dal XI al XXI Secolo, oltre a quelli a cui non è possibile attribuire una datazione certa. I documenti presenti sono di ogni tipologia, dalle ricette della birra di George Washington alle lettere di Walt Whitman.

Primo test dell'insulina Frederick Banting

Primo test dell’insulina: accadeva l’11 gennaio 1922, 94 anni fa

Wta Miami Tennis

Tennis, WTA Sydney: Errani agli ottavi, Vinci out