in

New York, trovato morto lo chef italiano del Cipriani: era scomparso da qualche giorno

È stato trovato morto avvolto in un lenzuolo al primo piano di un ostello di New York, Andrea Zamperoni, lo chef 33enne del Lodigiano, scomparso sabato scorso, 17 agosto 2019. Originario di Zorlesco, Andrea lavorava come capo chef del Cipriani Dolci, il ristorante della Grand Central, da circa un anno. Il cadavere, trovato nel Kamway Lodge, un ostello del Queens, giaceva a pochi isolati dalla casa in cui il giovane abitava. «Abbiamo purtroppo appreso che Andrea Zamperoni, un membro rispettato e amato del team Cipriani per molti anni, scomparso domenica scorsa, è stato trovato morto». Così la società Cipriani comunica la notizia. Erano stati proprio i colleghi a dare l’allarme per la scomparsa dello chef, quando – lunedì mattina – non l’hanno visto arrivare a lavoro.

New York, chef trovato morto: a riconoscerlo il fratello gemello

Volato a New York per seguire le ricerche, è stato il fratello gemello di Andrea, Stefano, a riconoscerne il corpo. Secondo una prima ricostruzione, la polizia – avvisata dalla telefonata di un informatore – all’arrivo nell’ostello, sarebbe stata accolta da una donna nuda che, gridando, indicava il corpo. Alcuni ospiti della struttura – che secondo la Cbs era un luogo noto nel giro della droga e della prostituzione – hanno riferito alla polizia di una lite scoppiata al primo piano. «Non ci sono parole di fronte a una notizia così drammatica. – ha affermato Elia Delmiglio, sindaco di Casalpusterlengo – Ho pregato e sperato fino all’ultimo, io e l’intera comunità ci uniamo nell’abbraccio alla famiglia. Apprendo ora della morte di Andrea e siamo sgomenti e senza parole».

«È un dramma», il ricordo di una vicina

«Un ragazzo veramente d’oro, sempre sorridente – ricorda una vicina di casa – È un dramma. Conosco i ragazzi fin da piccoli. Bravi loro così come la famiglia». I ragazzi, sì, perché Andrea e Stefano avevano le stesse passioni, avevano frequentato le stesse scuole e avevano entrambi la passione per la cucina che li aveva portati – nel 2008 – a cominciare questo lavoro a Londra, al Cipriani, salvo poi girare il mondo tra Miami, Las Vegas, Abu Dhabi, e poi – da circa un anno – New York. Lì dove la carriera di Andrea ha tragicamente conosciuto la fine.

Leggi anche —> Il Santo del giorno 23 agosto: Santa Rosa da Lima

rimini incendio rotoballe

Rimini incendio azienda di rotoballe: rogo causato da un fulmine

heidi klum topless

Heidi Klum Instagram, foto in topless e ondata di critiche: «Sei una madre, evita!»