in

Nick Clegg: La Russia non dovrebbe ospitare i Mondiali di calcio del 2018

Il vice Primo Ministro Inglese ha sottolineato il fatto che è impensabile permettere ad un paese che è accusato di fornire armi ai separatisti filo-russi di organizzare un evento di tale importanza come i mondiali di calcio del 2018. Specie perchè quelle sono le armi che hanno abbattuto il Boeing 777 direttod a Amsterdam a Kuala Lumpur.

Nonostante la Fifa abbia scongiurato il boicotaggio affermando che, al contrario, un evento sportivo può essere anche un evento di conciliazione, Clegg ha rilasciato delle dichiarazioni al Sunday Times che finchè Putin non cambia regime e non cessa di voler annettere la Crimea alla Russia, lasciare che Mosca organizzi il Mondiale renderebbe il resto del mondo indebolito e insicuro.

L’azione punitiva è iniziata sul fronte economico e bancario o su quello dell’energia e delle armi, ma Clegg ha detto che queste misure dovrebbero essere estese anche allo sport. Non solo ai Mondiali ma anche al primo Grand Premio di formula 1 che dovrebbe tenersi a Sochi in Ottobre.

“Putin non può costantemente mettere sotto scacco la comunità internazionale e destabilizzare un paese vicino fornendo armi ai ribelli, ed allo stesso tempo godersi i vantaggi che derivano dall’organizzazione di eventi del genere. Se non stacchiamo la spina, Putin crederà di poter indebolire il resto dell’Europa.”

Il boss della Formula 1 Bernie Ecclestone si è detto ovviamente contrario ad un eventuale abbandono di Sochi ma Clegg ha continuato: “ci sono molti punti interrogativi su come si evolverà la situazione nell’est dell’Ucraina. Vladimir Putin è molto bravo a sfruttare la sua presenza presso i grandi eventi sportivi per far credere a tutti che tutto ciò che circonda la sua figura sia normale”.

Nick-Clegg- inghilterra

Clegg non ha escluso la possibilità per l’Inghilterra di organizzare il mondiale al posto della Russia, sebbene ci ha tenuto a sottolineare che non è certo questa la ragione del suo attacco. “Si tratta di una sanzione politica e simbolica molto potente per far cambiare a Putin la sua linea d’azione” – ha concluso Clegg.

Clegg si è unito a Cameron ed altri leader Europei anche a riguardo dell’accordo tra Russia e Francia per la fornitura di armi. “Sebbene sappiamo che tale accordo è stato fatto in ben altre circostanze, è opportuno che la Francia interrompa ogni tipo di relazione riguardante gli armamenti” – ha detto Clegg.

Clegg ne ha avute però anche per lo stesso Cameron e per il sindaco di Londra Boris Johnson a seguito dello scandalo provocato dai 200.000 euro pagati dalla moglie di un oligarca Russo che era un ministro del precedente governo di Putin. Soldi ottenuti attraverso un azione di fundraising per il partito Tory attraverso l’organizzazione di una partita di Tennis che ha visto i due politici Inglesi coinvolti. “Tutti i partiti” – ha detto Clegg rivolgendosi anche ai Labour – “dovrebbe rivalutare il modo di ottenere finanziamenti”.

Start Upper ed esperto di imprese tecnologiche, 42 anni, laurea e master ottenuto in Gran Bretagna. Vive a Livorno ma viaggia spesso tra Milano e Torino.

Massimo Bossetti sequestro oggetti in casa Mapello

Caso Yara aggiornamenti: sequestrati giubbotto, scarponi e carte di Bossetti

Papa Francesco

Papa Francesco Messa in diretta: salta il suo microfono e si sentono le bestemmie