in

Nicola Cosentino rischia il carcere: respinta richiesta di revoca misura cautelare

Il presidente del Tribunale di Santa Maria Capua a Vetere (CE), Giampaolo Guglielmo, ha rigettato la richiesta di revoca della misura cautelare per Nicola Cosentino formulata dai suoi avvocati Stefano Montone e Agostino De Caro. Lo scenario che si profila, nell’immediato futuro, per l’ex Deputato Pdl non è dei migliori. Infatti, a breve, gli si potrebbero spalancare le porte del carcere.

nicola cosentino pdl

Coinvolto all’interno del processo per concorso esterno in associazione di stampo mafioso, la posizione di Cosentino sembra essersi aggravata ancor prima del diniego di oggi. Infatti, le prove raccolte contro di lui all’interno dello scandalo appalti relativi allo smaltimento dei rifiuti, in cui sarebbe emersa una sorta di collusione tra il sottosegretario all’Economia ed il clan dei casalesi (Consorzio Eco4), parrebbero schiaccianti.

Un altro procedimento a suo carico e per il quale avrebbe richiesto la medesima revoca, fa riferimento ad un presunto coinvolgimento all’interno di finanziamenti illeciti elargiti per la costruzione di un centro commerciale a Casal di Principe, sempre nel casertano.

Seguici sul nostro canale Telegram

Movimento 5 stelle simbolo farlocco?

Chi è Roberta Lombardi, capogruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle

Urbano Cairo è il nuovo editore di La7