in ,

Nicola Sansone Villareal: super gol contro la Real Sociedad, la Spagna è già pazza di lui

Nicola Sansone ha lasciato l’Italia ad Agosto senza fare troppo clamore per lanciarsi in una nuova avventura, al Villareal. L’attaccante, classe ’91, nato a Monaco di Baviera ha lasciato il Sassuolo per una cifra importante: 14 milioni, che testimoniano quanto i “Gialli” abbiano puntato su di lui. Sansone ci ha messo pochissimo a mettersi in mostra: subito titolare nelle prime due uscite contro Granada e Siviglia, timbra il cartellino alla seconda giornata. In casa del Malaga segna lo 0-2 e fa subito innamorare i tifosi del Villareal, che se ne intendono di grandi giocatori avendo visto passare da qui gente come Roman Riquelme, Robert Pires e il miglior Pepito Rossi.

Dopo aver conquistato la piccola realtà del Villareal, Sansone non si accontenta e nell’ultimo turno, contro la Real Sociedad, segna una doppietta che fa volare il Sottomarino Giallo al sesto posto in classifica. Ma in Spagna, questa mattina, tutti parlano del secondo gol di Sansone (diventato già Sansòn). Nicola ha recuperato palla ha visto Rulli leggermente fuori dai pali e ha pescato il jolly da oltre 57 metri. Un gol che ha tagliato le gambe alla Real Sociedad che dopo il gol di Sansone non ha più saputo reagire.

Bellissimo l’omaggio che il quotidiano El Mundo ha voluto regalare questa mattina a Nicola SansoneCaroSansone, siamo onesti non ci aveva conquistato […] ma dopo i suoi due gol ci siamo informati su di lei e ci siamo accorti che, con i suoi 25 anni, il Villareal ha fatto ancora un grande acquisto. E la cosa non ci sorprende.” In estate, il Villareal ha fatto la spesa in Italia, avendo acquistato anche Roberto Soriano dalla Sampdoria. Sempre titolare, ad eccezione della prima giornata, l’ex doriano ha subito conquistato il tecnico Fran Escriba.

Uomini e Donne Over Gemma Galgani e Marco

Uomini e Donne gossip: Gemma baci con Marco, è l’amore che le farà scordare Giorgio?

Pensioni precoci 41 anni e Quota 41 lettera a Enrico Zanetti

Pensioni 2016 news oggi: precoci, meglio 41 anni e 6 mesi e no ai bonus contributivi che dividerebbero i lavoratori?