in ,

Nicolas Sarkozy in stato di fermo per fuga di notizie e concussione

L’ex presidente della repubblica di Francia, Nicolas Sarkozy, è in stato di fermo per il caso intercettazioni che lo vede al centro di un’ampia indagine. Il marito della modella e cantante italiana Carla Bruni è stato convocato questa mattina a Nanterre, nei sobborghi di Parigi. Qui è stato interrogato dai giudici e al termine è stato posto in stato di fermo.

Sarkozy in stato di fermo per concussione e fuga di notizie

I giudici francesi ritengono che l’ex capo di Stato avrebbe messo in atto una volontaria fuga di notizie. La motivazione di Sarkozy, secondo i magistrati francesi, sarebbe stata quella di capire la sua posizione nell’ambito dell’indagine riguardo presunti finanziamenti illeciti. Il Governo libico di Muammar Gheddafi, infatti, avrebbe garantito denaro alla campagna elettorale dell’ex presidente delle Francia del 2007.

Per questa ragione ci sarebbe anche il reato di concussione. Al termine dell’interrogatorio i giudici di Nanterre hanno deciso per il fermo di Nicolas Sarkozy in virtù della violazione di segreto istruttorio e appropriazione si denaro a scopo personale.

Anticipazioni Il segreto, lunedì 1 luglio: il malore di Pepa

ritrovato 16 scomparso a Cuneo

Camorra news: arrestato a Cuneo il boss del clan Vanella Grassi, Ciro Castiello