in

Niente impedimento, il processo a Berlusconi va avanti!

Nonostante Berlusconi si trovi ancora all’ospedale San Raffaele a causa del’uveite che l’ha colpito agli occhi. Secondo il primario del San Raffaele, Berlusconi dovrebbe stare a risposo ma è evidente che i dubbi ci siano, visto che l’impedimento è invocato praticamente ogni qual volta è necessaria la sua partecipazione.
Fatto sta che stamani, i medici nominati dal tribunale, hanno stabilito che l’infiammazione che ha colpito l’ex Presidente del Consiglio non dà effetti tali da impedire l’efficienza psicologica e motoria ma dà solo degli effetti di fotofobia all’occhio sinistro.

I giudici della corte d’appello non solo non hanno respinto il parere dei medici che avevo disposto la richiesta di legittimo impedimento, ma stanno mostrando fretta a determinazione per arrivare alla sentenza definitiva. Niccolò Ghedini, combattivo legale di Berlusconi, è impegnato nell’arringa finale in cui protesta in modo vibrante per il fatto che la corte non ha voluto aspettare la Consulta sul conflitto d’attribuzione o leggere le cause che hanno portato all’assoluzione di Berlusconi per il processo MediaTrade in Cassazione.

Intanto il presidente dell’Anm Rodolfo Maria Sabelli, da Catania, dove si trova per un incontro sponsorizzato da “Unità per la Costituzione” ammonisce Berlusconi chiarendo che questi continui attacchi alla magistratura equivalogono ad una sfida ingiustificata alla costituzione stessa e alla democrazia.

Seguici sul nostro canale Telegram

Milano, truffa Alimentare: sequestrate 5 tonnellate di carne avariata

Che tempo che fa, stasera ospiti: Matteo Renzi, Beppe Fiorello e Mario Biondi