in ,

Nigeria, Boko Aram: bambina di 10 anni si fa esplodere in un mercato, 19 i morti

Nigeria: dopo l’orrore delle donne kamikaze l’organizzazione Boko Aram rilancia con una bambina di 10 anni. Al mercato della città di Meiduguri, nello stato di Borno, alle 12,40 una bambina si è fatta esplodere dopo essere stata fermata all’ingresso poiché i metal detector avevano rivelato che nascondeva qualcosa.

Lo racconta Ashiru Mustapha, capo dei vigilantes locali, spiegando come nessuno abbia fatto in tempo ad intervenire prima che l’ordigno deflagrasse. Diciannove sarebbero i morti, 18 i feriti. La bambina potrebbe essere stata kamikaze a sua insaputa e l’ordigno potrebbe essere stato azionato a distanza di sicurezza dagli uomini di Boko Haram, l’organizzazione terroristica jihadista del turbolento nord est del paese africano il cui nome significa “l’educazione occidentale è peccato“.

Riferiscono dell’attentato suicida la Croce Rossa e le fonti di sicurezza e informazione locali. Il fatto gravissimo è avvenuto mentre l’Unicef chiede di non dimenticare i morti nigeriani di una settimana fa: oltre 2000 persone hanno infatti perso la vita a Baga, anche se la cifra non è ufficiale nè verificabile. Come spiega Rainews, “nella savana e nei villaggi non si contano i cadaveri, e nemmeno li raccolgono, sono troppi“.

E’ necessario aprire la coscienza di noi cittadini distratti, sulle migliaia di morti innocenti per mano del terrore” aveva spiegato in una nota Andrea Iacomini, portavoce Unicef Italia. Non solo #Charlie, quindi, ma anche #Nigeriano, senza “contrapporre retoricamente le due vicende” ma senza neppure dimenticarsi che per sconfiggere l’estremismo serve un risveglio collettivo, un’attenzione diversa che tenga conto di tutta la violenza del mondo e non solo di quella compiuta in Occidente.

eliminazione Leslie puntata Amici 10 gennaio

Amici 14 puntata 10 gennaio: Leslie eliminato scoppia in lacrime

Caso Piscaglia ultime news

Guerrina Piscaglia a padre Gratien: “Aspetto un figlio, tu sei il padre”