in ,

Nigeria, Boko Haram utilizza ancora due bambine kamikaze per uccidere in un mercato

Continua in Nigeria per la seconda volta, l’orrore di un’attentato con l’uso di bambini kamikaze. Dopo quello di sabato a Maiduguri, il sito web della  Reuters, ha diffuso la notizia che il gruppo jihadista Boko Haram ha spinto due bambine di quasi 10 anni a farsi saltare in aria dentro un mercato della città di Potiskum, nel nord est della Nigeria, che per ora ha ucciso almeno tre persone.

In vista delle elezioni presidenziali il gruppo terrorista aumenta il terrore e il panico che si diffonde tra la popolazione del nord- est del Paese. Le persone sono disperatamente in fuga verso il Camerum, il Ciad ed il Niger. Alcune testimonianze sulla strage di Baqa e di altri 16 villaggi, riferiscono che: “Abbiamo corso per giorni e visto cadaveri, specialmente sulle isole del lago Ciad: sono stati sterminati come insetti”.

Diverse persone organizzate come in guardie hanno cercato di fronteggiare l’attacco ai villaggi: “All’inizio siamo riusciti anche a catturare alcuni miliziani. Poi i soldati della forza multinazionale ci hanno ordinato di ritirarci perché dicevano che stava per arrivare un cacciabombardiere. Ma non è arrivato. I Boko Haram sono arrivati in massa, uccidendo chiunque incontravano”. La quasi indifferenza della comunità locale quanro potrà continuare difronte al crescente orrore provocato dagli jihadisti sunniti di Boko Haram?

Parigi 2 milioni Charlie Hebdo leader politici

Parigi, 2 milioni in piazza per Charlie Hebdo

è morta Rosetta

Uomini e Donne news: è morta Rosetta