in ,

Nigeria: sposa bambina 14enne uccide il marito, ora rischia la pena di morte

L’imputata minorenne Wasila Tasi’u ha 14 anni e sta affrontando un processo in Nigeria che la vede accusata di aver ucciso l’uomo di 35 anni che era stata costretta a sposare.  La sposa bambina, originaria del villaggio di Unguwar Yansoro, è accusata di aver mischiato al cibo del suo sposo e di tre suoi amici, durante il banchetto di nozze, del veleno per topi procurando la morte di 4 persone.

Dalla ricostruzione emerge che la piccola avrebbe chiesto ad un conoscente di comprare per lei del veleno per topi. Entrata in possesso del veleno la neo sposa lo avrebbe mischiato alle pietanze servite durante la festa di nozze; ad aggravare la posizione dell’accusata anche la testimonianza di un vicino di casa che ha raccontato: “Anche a me è stata offerto quel cibo, ma ho subito notato al suo interno minuscole particelle di colore nero. Il sapore non era buono.

La 14enne si è dichiarata non colpevole, è stata quindi fissata una nuova udienza il 22 dicembre. Nel frattempo il padre della sposa e le più importanti associazioni umanitarie si stanno muovendo a favore della giovane per la quale è stata chiesta la pena di morte.

 

 

 

Meteo week-end 29-30 novembre 2014

Andrej Kramaric dell'NK Rijeka

Calciomercato Juventus news: si allontana l’ipotesi Kramaric