in

Nina Moric, su Instagram “in mutande” chiede il numero di Greta Thunberg: «Dacci il tuo!»

La bella Nina Moric oltre ad essere una delle donne più apprezzate del mondo dello spettacolo è anche una persona molto ironica e senza peli sulla lingua. La battuta pronta e l’autoironia l’hanno spesso aiutata ad uscire da situazioni imbarazzanti e da critiche sul suo conto, in circostanze poco piacevoli. Non sono mancate, peraltro, le occasioni in cui Nina ha dovuto mostrare carattere e personalità: dalle vicende con Corona agli episodi legati alla permanenza di Luigi Favoloso nella casa del Grande Fratello.

Nina Moric Instagram, l’appello a Greta Thunberg

Gli oltre 500 mila followers su Instagram condividono con la modella croata scatti lavorativi e vita privata di Nina. Da qualche tempo poi, con grande orgoglio, la Moric ha annunciato di aver costruito, da sola, qualcosa di suo che le ha permesso di diventare un’imprenditrice digitale. E proprio uno dei prodotti del suo e-commerce è diventato protagonista dell’ultimo post Instagram della showgirl. Con in dosso la t-shirt e probabilmente uno shorts che scompare, nascosto dalla maglietta, Nina scherza sul meteo avverso di questi giorni citando addirittura Greta Thunberg.

Nina Moric, su Instagram la replica dei fan alla modella croata

Il freddo e le piogge che rendono la stagione estiva un sogno lontano, spingono Nina Moric a chiedersi: “Ma l’estate dov’è finita? Qualcuno ha il numero di Greta Thunberg? Le voglio regalare una mia maglietta”. La simpatica didascalia dell’immagine spinge i followers Instagram di Nina a replicare al post con altrettanta ironia. “Se vuoi ti lascio il mio e ne regali una a me”, scrive qualcuno; ma ancor di più: “Purtroppo no, ma se fossi così carina da scrivere il tuo saremmo più contenti”.

Leggi anche —> Wanda Nara Instagram, lo scatto è hot ma «Chi pensa sia bella non l’ha vista dal vivo»

Lino Guanciale compie 40 anni, il sorprendente messaggio per i fan: «Non mi sono mai sentito così giovane!»

Matteo Salvini e Francesca Verdini si sono lasciati: «Avanti un’altra»