in

Nintendo Switch specifiche in 5 punti: così sono cambiati i videogiochi

Cresce giorno dopo giorno l’attesa per l’uscita della Nintendo Switch, la nuova console che rivoluzionerà, ancora una volta, il mondo dei videogiochi. In attesa dell’arrivo sul mercato di Nintendo Switch, previsto per marzo 2017, importanti dichiarazioni sono state rilasciate durante la presentazione a Polygon: “Nintendo Switch è innanzitutto un sistema di gioco casalingo. Non abbiamo fatto annunci riguardo al futuro di Nintendo 3DS. Ovviamente con la vendita di circa 60 milioni di Nintendo 3DS a livello mondiale c’è ancora un grande desiderio di nuovi giochi, come ad esempio Pokémon Sole e Luna. Ci sono ancora molti titoli nella nostra pipeline.”

Quali sono le novità di Nintendo Switch? Anzitutto, la nuova console unisce in sé le caratteristiche del famoso Nintendo DS e della Wii. Nintendo Switch è composto da un tablet che può essere inserito in un dock e collegato al televisore per giocare come con una normale console. In alternativa questo dispositivo può essere rimosso dalla base e attaccato ai controller analogici (chiamati Joy-Con) per poterci giocare in modalità portatile. Un’altra cosa di cui si sta parlando molto è che Nintendo Switch tornerà a utilizzare cartucce per i giochi e non dischi, come invece fanno tutte le altre console più recenti.

>>> NINTENDO NX, QUELLO CHE DEVI SAPERE <<<

Ma come è cambiato il mondo dei videogiochi dall’entrata in scena della Nintendo? Ecco 5 principali rivoluzioni che hanno influenzato il variegato mondo dei ‘nerd’. 

HARDWARE NELLE CARTUCCE CHIP

Nintendo ha capito, prima di tutti, l’importanza di inserire chip all’interno delle cartucce riuscendo a tenere bassi i costi di produzione della macchina e espandere le capacità della stessa in modo il più flessibile possibile. Vennero utilizzati per il Mega Drive e del Super Nintendo.

IL GAME BOY

La Nintendo è stata l’unica a entrare nel mondo dei videogiochi con un dispositivo portatile: il Game Boy. Ne ha influenzato la cultura di massa, lo stile e l’abitudine di milioni di ‘nerd’.

>>> TUTTO SUL MONDO DEI VIDEOGAME<<<

JOYPAD

Nintendo, come è sempre accaduto nell’arena dei videogame, ha anticipato i tempi della rivoluzione. Anche quando si è trattato di dover realizzare un nuovo “joypad”, detto anche controller. Il joypad del Nintendo 64 è stato forse uno dei più importanti della storia: venne reintrodotta la levetta analogica, senza mandare in soffitta la croce direzionale, per consentire un maggiore controllo del personaggio.

JOYPAD NES

Nintendo e il primo Joypad chiamato ‘N.E.S.’: formato da una croce direzionale, due pulsanti di fuoco e un pulsante per il select e uno per lo start, il tutto distribuito su un rettangolo orizzontale.

IL WIIMOTE

Nintendo e il Wiimote con i sensori di movimento. Dopo il successo della Wii anche le altre compagnie (Sony e Microsoft) si sono affrettate a proporre sistemi simili e oggi i sensori di movimento.

Seguici sul nostro canale Telegram

previsioni meteo 24 ottobre 2016

Previsioni meteo lunedì 24 ottobre 2016 e prossima settimana: al Sud ancora estate

Deep Purple nuovo album 2017, l’annuncio: “Cari fan, ecco cosa dovete sapere”