in ,

Nizza attentato: una strage di bambini con gli occhi rivolti al cielo

In questo tragico quanto folle periodo siamo ormai fin troppo preparati ad una nuova notizia di un attentato e quello di Nizza, sulla Promenade des Anglais, ne è stata la dimostrazione: quando tutti avevano abbassato la guardia perché l’allerta per gli Europei 2016 stava scemando, la Francia è stata nuovamente colpita e, questa volta, è stato ancora più tragico perché a farne le spese sono stati un numero ancora imprecisato di bambini. E ancora una volta l’attentato è stato vile, è stato nel momento del divertimento e nello svago, durante la festa nazionale del 14 luglio, quando i francesi ricordano la presa della Bastiglia e l’acquisizione di quei diritti fondamentali che oggi, chi attenta, vuole toglierci.

Una notte di festa, in una cittadina della Francia magica e accogliente, si è trasformata in una bagno di sangue mentre tutti, nell’oscurità della notte, tornavano bambini con gli occhi al cielo per guardare i fuochi d’artificio sull’acqua di Nizza. Ed erano tanti come ricorda il presidente Hollande i bambini presenti in quel momento per strada, che credevano di essere al sicuro tra le braccia di mamma e papà mentre i loro occhi brillavano guardando il cielo illuminarsi dai fuochi d’artificio.

Al sorgere del sole di quella magia resta il sangue sulle strade, le scarpe e le borse abbandonate nel terrore della fuga, le bambole e i giocattoli che i bambini avevano con sé in una serata estiva di festa. E’ emblematica per questo una foto scattata da uno dei primi reporter arrivati sul posto in cui ha immortalato per sempre una bambola rimasta sull’asfalto al fianco di un corpo.

Riforma pensioni 2016 Ape Opzione Donna Esodati e Ottava salvaguardia

Pensioni 2016 news oggi: pensione di vecchiaia e anzianità contributiva sganciate dall’aspettativa di vita?

'ndrangheta arresti umbria

‘Ndrangheta, colpita la struttura strategica: 5 arresti, c’è un senatore