in ,

Nobel per la pace 2013 all’Opac

L’Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche (Opac) ha ricevuto il premio Nobel per la Pace 2013. Si tratta della ventiduesima organizzazione ad aggiudicarsi il premio e per la seconda volta consecutiva il Nobel viene assegnato ad un ente.

armi  chimiche

Fondata nel 1997  con sede a l’Aja, nei Paesi Bassi, lo scopo dell’Opac è quello di promuovere e verificare l’adesione alla convenzione sulle armi chimiche (Cac), il trattato sul disarmo delle armi chimiche entrato in vigore nell’aprile 1997. Gli ispettori dell’Opac valutano le dichiarazioni dei paesi membri e organizzano vere e proprie ispezioni. Gli stati che fanno parte dell’Organizzazione sono 189 e il presidente è il turco Ahmet Üzümcü.
L’Opac non fa parte delle NAzioni Unite, con le quali però collabora formalmente dal 2000, anno in cui le due organizzazioni hanno firmato un accordo di cooperazione.

Si è parlato spesso di Opac negli ultimi giorni in relazione a quanto sta succedendo in Siria. Dal 1° ottobre infatti una squadra di ispettori dell’Opac si è recata nel Paese per “la verifica e la distruzione” delle armi di Assad. Il presidente siriano è stato accusato più volte di aver utilizzato armi chimiche contro i ribelli e la popolazione civile. Secondo il rapporto dell’ONU pubblicato il 16 settembre di quest’anno, l’attacco chimico più grave è stato quello del 21 agosto scorso, giorno in cui a Ghouta, ad est di Damasco, il regime ha utilizzato missili terra-a-terra contenenti gas sarin. Il 26 agosto il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha deciso di iniziare l’eliminazione del programma chimico siriano, secondo le modalità stabilite dall’Opac.

Seguici sul nostro canale Telegram

Stasera in diretta Tv: Danimarca Italia qualificazioni Mondiali Brasile 2014

roma 18-20 ottobre startup weekend

Roma Startup Weekend: appuntamento con gli investitori