in ,

“Noi Cugi – Come eravamo a Livorno negli anni Ottanta”: satirica disamina antropologico-sociale

Il “Cugi” livornese, figura dai contorni semi-mitologici collocabile negli Ottanta del Secolo Breve è il corrispettivo del tamarro milanese e del coatto romano. Il “Cugi” amava indossare il bomber jacket di nylon, accompagnato da Camperos Valleverde, in sella al fedele destriero di ordinanza, che nel 99% dei casi era un Bravo Piaggio elaborato, ed era rintracciabile in vivaci branchi la domenica pomeriggio, presso discoteche aperte dalla dubbia selezione musicale.
livorno cugi

Alessandro Cirinei e Paolo Morelli, autori del volume “NOI CUGI – Come eravamo a Livorno negli anni Ottanta”, presenteranno oggi, sabato 24 maggio 2014 alle ore 17:30, presso la Libreria Coop, Centro Comm. “Fonti del Corallo” (IperCoop) di Livorno, questa originale e divertente carrellata antropologicamente dissacrante. A mediare l’evento il comico Giovanni Bondi,  direttamente dal vivaio di Zelig Off. Morelli e Cirinei vi accompagneranno nel dedalo della sottocultura di cui era permeata Livorno trent’anni fa in questa sorta di monografia satirico-umoristica le cui disamine sono liberamente tratte da una rubrica apparsa, ormai il secolo scorso, sulle pagine de Il Vernacoliere.
Un libro per tutti coloro che hanno voglia di risate intelligenti e che sappiano destreggiarsi nella selva priva di rete di sicurezza del politicamente scorretto. Si struggeranno di malinconia i quarantenni di oggi che sono stati, a seconda della loro dislocazione geografica dei “coàtti”, “tamàrri”, “zarri”, “marànza”, “foggiàni” e “zalli”. Ecco qualche informazione sugli autori.

Paolo Morelli: laureato in storia contemporanea all’Università di Pisa, scrittore e giornalista, ha collaborato a “Il nuovo Male” e per quasi vent’anni a “Il Vernacoliere”. Scrive per “Il Tirreno”, “La Nazione” e “Urban Post”. Ha collaborato con Giorgio Marchetti al volume satirico-linguistico “Il quarto Borzacchini Universale” (2006) e pubblicato la raccolta di racconti “Se fossi Nick Mano Fredda” (2008). Tra il 2012 e il 2013 è stato direttore responsabile e autore della rivista di satira “L’antitempo”, che ha vinto il XLI Premio Internazionale di Satira Politica di Forte dei Marmi.

Alessandro Cirinei: laureato in business economics con un master in strategie d’impresa presso l’Università di Reading in Gran Bretagna, Alessandro Cirinei ha poi conseguito un’altra laurea in economia aziendale presso l’Università di Pisa. Vivendo per quindici anni tra Milano, Londra e Parigi, ha ricoperto vari ruoli in multinazionali del settore della consulenza strategica, dell’editoria e del web, con responsabilità crescenti. Nel 2004 è stato direttore marketing della canadese “Trader Classifieds Media”, nota in Italia col marchio “Secondamano”. Nel 2007 è tornato a Livorno e ha creato “Xool”, un acceleratore di imprese web, e varie start-up tecnologiche come “Tonic”, “Wickedin”, “Cityfan” e “Digiville”.

E’ possibile ordinare il libro ai seguenti indirizzi:

La Feltrinelli.it

Ibs

 
 

Seguici sul nostro canale Telegram

Dominique Leboucher

Francia, marito geloso evira e uccide sindaco: temeva fosse l’amante di sua moglie

anticipazioni un posto al sole

Un Posto al Sole anticipazioni 26-28 maggio: Serena indecisa fra Filippo e Tommaso