in ,

Nomadi, in arrivo il doppio album ”I Nomadi – Così sia, XXIV tributo ad Augusto Daolio”

I Nomadi sono in rotazione musicale da qualche giorno con il singolo “Così sia” e sono pronti a pubblicare, a stretto giro di posta, il nuovo lavoro discografico dal titolo “I Nomadi – Così sia, XXIV tributo ad Augusto Daolio”: la nuova traccia, registrata negli studi Segnali Caotici di Reggio Emilia e a Borghetto di Noceto, ha preso forma ufficiale presso lo “Sterling Studio” di New York. Il testo della nuova realizzazione di Cattini, Vecchi e colleghi, è un messaggio di speranza e fiducia verso un futuro migliore per il mondo attuale: una società dove gli uomini devono essere capaci di aprire i propri cuori per superare l’avidità e il meccanismo del dio denaro e di una economia sempre più opprimente.

LE NOTIZIE DAL MONDO DELLA MUSICA SU URBANPOST!

“Apri il cuore e riempilo di gioia – è una delle tante strofe del ritornello di ‘Così Sia’ –  e allora così sia, apri il cuore e scrivi la tua storia, e allora così sia, combatti i frutti delle supremazie, il do potere e facili economie.” I Nomadi, gruppo beat fondato nel lontano 1963, si sono divertiti anche lo scorso anno con un nuovo lavoro in studio qual è stato “Nomadi, Il sogno di due sedicenni è diventato realtà” con una rivisitazione da parte di Beppe Carletti mantenendo la viva voce di Augusto Daolio, compianto componente della band scomparso nel 1992.

Tornando a “I Nomadi – Così sia, XXIV tributo ad Augusto Daolio”, non c’è ancora una data di uscita del nuovo lavoro discografico che, comunque, dovrebbe essere pubblicato nelle prossime settimane: la rivisitazione di altri brani di grande successo della band italiana sarà portata, successivamente, in giro per l’Italia con alcuni concerti 2016 riguardo cui, però, ancora non c’è alcuna ufficialità.

caso noventa ultime notizie 13 maggio

Isabella Noventa ultime notizie: indagato maresciallo compagno di Debora Sorgato

significato simbologia fiori

Significato e simbologia dei fiori: ecco tutti i messaggi che nasconde la primavera