in ,

“Non accetto che Babbo Natale non esista” donna tenta suicidio annualmente

Non è uno scherzo, il Mirror ha pubblicato la storia di una 54enne inglese, Lynn Cassidy, che ogni anno -sistematicamente- entra in depressione in concomitanza con l’arrivo delle feste natalizie. Dopo la stagione estiva la donna inizia una cura a base di antidepressivi per combattere le crisi di pianto e le idee suicide che la assalgono a causa della consapevolezza che Babbo Natale non esista.

Come spesso accade l’origine del trauma, che forse sarebbe utile indagare, risale all’infanzia. Quando all’età di dieci anni Lynn ha capito che quella bicicletta di seconda mano non poteva essere opera di Babbo Natale bensì dei genitori per lei nulla è stato più come prima. Nemmeno sabotare il Natale del fratellino l’anno successivo le ha dato soddisfazione. La patologia di cui soffre la Cassidy è stata definita depressione stagionale, nemmeno la presenza dei due figli di 30 e 25 anni è stata sufficiente per spronarla ad accettare, quantomeno, il pranzo di Natale.

La mamma soffre di crisi di pianto e profonda tristezza durante le feste, un pianto irrazionale che forse andrebbe indagato con qualche attenzione particolare. “Per me Babbo Natale era una figura magica che mi amava e rappresentava la gentilezza e l’amore. Scoprire che non è mai esistito mi ha spezzato il cuore.”

sposa giappone

Matrimonio per single dal Giappone: ecco come funziona

Barbara D'Urso e l'imitazione di Valeria Graci

Barbara D’urso, caso Loris Stival a Pomeriggio 5: la verità sull’intervista al cacciatore