in

Non è stato mio figlio, intervista esclusiva a Massimiliano Morra: “Gabriel Garko è un vero amico”

Ancora un grande successo per il duo Luigi Parisi e Alessio Inturri, che si sono ripresentati sui canali Mediaset con la fiction Non è stato mio figlio. La redazione di UrbanPost ha intervistato uno degli attori principali, Massimiliano Morra, che ci ha rivelato qualche particolare della sua amicizia con il collega Gabriel Garko. Massimiliano ha esordito in televisione con la fiction “Pupetta – Il coraggio e la passione” e da tre anni sembra essere divenuto presenza fissa delle fiction Mediaset.

Grande successo per la fiction “Non è stato mio figlio”: che esperienza è stata?

E’ stata una bellissima esperienza, anche perchè è durato veramente tanto. Siamo stati sul set per circa ventidue settimane e si è creata una bellissima atmosfera. Ambiente familiare, mi sono trovato bene con tutti gli attori e i due registi, Luigi Parisi e Alessio Inturri. E’ stata una bellissima esperienza.”

Hai esordito con Pupetta nel 2013: a distanza di tre anni, ti senti cambiato?

Mi sento più maturo, ovviamente, perchè questo lavoro ti fa maturare tanto. Cerco sempre di fare bene il mio lavoro, a prescindere del progetto. Insomma sono sempre il ragazzo che ero nel 2013.”

Spesso hai lavorato al fianco di Gabriel Garko, ma è veramente quella persona impacciata che abbiamo visto a Sanremo?

Non posso parlare per Garko, ma per quel poco che lo conosco è un ragazzo meraviglioso: una persona spontanea, semplice, autoironico, ride sul set e mette di buono umore. Mi sono trovato veramente bene con lui, anche perchè nella fiction siamo due fratelli e quindi abbiamo interpretato un bel pò di scene insieme. Andiamo molto d’accordo come amici.”

Meglio Manuela Arcuri, Victoria Larchenko o Cosima Coppola?

Ho lavorato sia con Cosima Copolla che con Manuela Arcuri. Sono più legato a Manuela perchè con lei ho fatto Pupetta, quindi abbiamo girato molte scene insieme. La conosco sicuramente meglio. Con Cosima ho girato Furore, ma ci siamo visti poche volte sul set. La Larchenko non la conosco, quindi non la posso giudicare.”

Hai iniziato come modello, adesso sei un attore: puoi spiegarci la differenza tra le due e se preferisci l’una o l’altra?

Ho incominciato come modello e la moda mi è servita tanto perchè mi ha permesso di avere dimestichezza davanti ad un obiettivo fotografico. Ovviamente l’obiettivo cinematografico è ben diverso, ma ho capito alcune cose prettamente tecniche, come ad esempio i punti luce o quali sono i profili migliori. C’è una differenza perchè una cosa è la foto, l’altra è l’obiettivo del cinema, dove devi impersonificare un personaggio. La foto dura un istante, però mi è servito comunque tanto e lo rifarei. Adesso sono un attore e preferisco lavorare in questo settore.”

Secondo te il lato estetico ti ha aiutato ad esordire nel mondo dello spettacolo?

Assolutamente sì. Perchè oggi l’estetica è al primo posto, quindi è stato molto importante. Però ovviamente il lato estetico influisce fino ad un certo punto, per continuare a lavorare significa che ho trasmesso qualche altra cosa al pubblico.”

Una domanda di gossip che tutto il pubblico femminile è desideroso di sapere: sei fidanzato?

No, sono single. Felicemente single. Mi dedico anima e corpo al lavoro, che per me è il partner migliore.”

Ti è mai capitato di innamorarti di una tua collega sul set?

Innamorarmi no. Si sono costruti dei bei rapporti sul set, ma non mi sono mai innamorato. Girariamo così veloce che è difficile innamorarsi, anche perchè si lavora con tante persone sul set. Ho costruito tantissime amicizie, ma oltre quello non sono andato. Ho avuto solo una storia con Adua Del Vesco, ma più che altro perchè ci siamo conosciuti più fuori che sul set. A parte lei, nessun’altra attrice.”

Recentemente, a Verissimo, hai rivelato che a causa delle tue origini sei stato discriminato sul lavoro. A chi subisce ancora oggi queste discriminazioni, cosa gli diresti?

Insisti e persisti, raggiungi e conquisti. Se uno ha in mente di arrivare all’obiettivo, ci arriva, punto. Volere è potere.”

Ci sono progetti in cantiere? Puoi rivelarci qualcosa?

Si, stiamo sul set del “Bello delle donne”, stiamo girando una nuova serie. Dopodiché, a breve, inizieremo le riprese della seconda serie di Furore e poi altri progetti che per scaramanzia non dico.”

prete denunciato per atti osceni a monza

Milano, rapporti intimi in cambio di soldi: parroco indagato per prostituzione

La Varsavia di Chopin, a ritmo di mazurche e arie polacche: i luoghi da non perdere