in

Nonni e pensionati si fanno i tatuaggi per non dimenticare

Ci siamo già occupati in un precedente articolo (di cui riportiamo il link a fondo pagina) dell’importanza di tatuarsi alcune parti del corpo e del significato di un tatuaggio, verbo di un vero e proprio linguaggio comunicativo, usato invece quasi esclusivamente per un aspetto estetico corporeo, da parte dei più giovani.

tatoo anziano

A rimettere le cose a posto, come sempre, ci pensano i saggi anziani. Arriva dagli Stati Uniti la moda del tatoo over 60. Tatuaggi per nonni e pensionati, figli del fenomeno demografico del (conosciuto con il termine di baby boomers) ma che non hanno mai dimenticato i propri sogni e le passioni che hanno fatto da motore alla loro adolescenza. Il tatuaggio, in passato simbolo di appartenenza ad un mondo criminale, militare o ad una filosofia di vita tutta particolare (come quella dei Dark), diventa, a tutti gli effetti, nel paese della Libertà un elemento universalmente utilizzato dai cittadini di qualsiasi retaggio culturale ed età.

A sottolinearlo è stato il prestigioso Washington Post, che ha realizzato un reportage ed una guida alla scelta di tatuaggi di ogni genere: da quelli ispirati agli alieni, a quelli tribali; dai pittori surrealisti ai black&white; ed ancora, quelli tribali, quelli orientali e i più nazionalisti americani.

Ma tra i “veterani” della vita, la scelta non ricade tanto sull’aspetto estetico quanto sul significato del simbolo che si andrà ad imprimere in modo indelebile sulla propria pelle. Vengono, infatti, scelte, figure di cuori e di fiori, per la nascita di un nipotino, stupendi bouquet di “non ti scordar di me” in ricordo della madre ormai defunta da tempo o un nastro per un amico speciale morto di cancro. Sono loro, quindi, a restituire al tatoo la dignità di linguaggio fatto di simboli, precise regole e significati, segni indelebili di un legame indissolubile con una persona cara, di una caratteristica del proprio carattere o di un avvenimento significativo (bello o brutto che sia) della propria vita.

fondoschiena tatoo

Al di là dell’aspetto estetico, che agli anziani meno importa, rispetto ai più palestrati nipoti, resta sempre il problema di capire quale parte del corpo è più idonea per “accogliere” un tatuaggio e quale è sconsigliata. Ovviamente, gli esperti ci suggeriscono di evitare zone del corpo esposte di più al sole e, che per questo, tendono ad invecchiare prima. Ad esempio, le zone lombari della schiena, i piedi e il “fondo schiena“, anche se, sembrerebbe che questa è proprio la zona più gettonata dai giovani, vogliosi di abbellire le già sensuali rotondità.

Ma questa è solo una moda passeggera. E poi, non sarebbe il massimo del romanticismo tatuarsi il nome della persona amata su un gluteo, sia pure rotondo e sodo!

Significato dei tatuaggi maori

Seguici sul nostro canale Telegram

Jake Davenport in Breathless

“Breathless” cresce l’attesa per il nuovo dramma ospedaliero inglese

Ballarò anticipazioni 1° ottobre

Ballarò anticipazioni puntata 1° ottobre: e ora cosa succede con l’aumento dell’Iva?