in

Nonno orco stupra la nipotina per nove anni, poi la fa abortire con una gruccia appendiabiti

Forse è vero che al peggio non c’è mai fine. Una storia incredibile arriva dal Regno Unito e a riportarla è stato il quotidiano inglese The Sun. Protagonista di questa raccapricciante vicenda è Charlotte Wade, una ragazza di 22 anni, che vive a Barry, una città del Galles, la quale è stata violentata più volte dal nonno pedofilo Raymond Hodges. L’orco ha abusato di lei da quando aveva 5 anni e le sevizie sarebbero durate fino a quando la piccola non ha compiuto 12 anni. Ryamond Hodges avrebbe costretto Charlotte ad abortire il figlio concepito dopo gli stupri di cui è stata vittima con una gruccia appendiabiti. Quell’aborto ha avuto delle conseguenze gravissime: ha provocato, infatti, la sterilità alla giovane, che ha trovato la forza di denunciare quanto successo. L’uomo, che in realtà era il «padre del patrigno» di Charlotte, ora si trova in carcere con l’accusa di aver violentata la nipote dal 2001 al 2011.

La storia raccapricciante di Charlotte violentata dal nonno per nove anni

Le molestie sessuali sarebbero iniziate quando Charlotte aveva da poco compiuto 5 anni. Prima che questi diventasse una bestia, la piccola adorava Raymond Hodges, per i suoi modi di fare gentili e soprattuto perché quando questi andava a farle visita le portava dei cioccolatini. Poi l’inizio di un incubo lungo quasi dieci anni, un brutto sogno ad occhi aperti. Un giorno lui le ha chiesto di darle un bacio, di quelli appassionati che si scambiano gli adulti, Charlotte, che all’epoca aveva 5 anni ha spiegato di non esserne capace. Lui l’ha presa con la forza e da allora è stato un crescendo: dalla richiesta di toccargli le parti intime allo stupro. Poi l’aborto provocatole con una gruccia con l’aiuto di un complice. La ragazzina aveva tentato di ribellarsi, ma lui la costringeva in silenzio. Al tabloid inglese The Sun, Charlotte Wade ha raccontato le continue pressioni: «Minacciava di fare del male ai miei fratelli se avessi parlato con qualcuno. Io volevo disperatamente proteggerli, così non ho detto niente». 

Nonno orco fa abortire la nipote con una gruccia appendiabiti: «Mi sono sentita morire!»

Allo stesso giornale britannico Charlotte ha parlato di quell’aborto che le ha causato la sterilità. Ogni settimana la ragazzina veniva stuprata dal nonno orco, che regolarmente andava a fare visita alla famiglia delle piccola. Quando questi si è accorto che il ciclo le mancava da qualche mese, ha costretto la dodicenne a fare il test, poi l’ha fatta abortire usando una gruccia per farle perdere il bambino. Un complice del nonno l’ha bloccata a terra, l’uomo invece le si è avvicinato con una gruccia in mano, impedendole così di diventare madre per sempre: «Ero terrorizzata e pensavo che stava per stuprarmi. Mio nonno si è avvicinato con una gruccia in mano. Quello che è accaduto dopo mi perseguiterà per sempre. Mi sono sentita come se stessi per morire. Dopo, disse che non sarei più potuta rimanere incinta e mi ha lasciato sanguinante a terra!». Fortunatamente nel 2011 quell’uomo ha litigato con la madre per altre ragioni e per questo ha smesso di frequentare la casa di Charlotte, che tuttavia non poteva dimenticare quanto accaduto. Tormentata dai flashback e autolesionista, Charlotte ha tentato di togliersi la vita diverse volte, poi nel 2016 ha trovato la forza di raccontare gli abusi. Dopo i controlli del caso Raymond Hodges è stato dichiarato colpevole e condannato a 25 anni di prigione. Nessuna pietà per lui: «Mio nonno mi ha privato di un’infanzia felice, ma mi rifiuto di lasciargli rovinare il mio futuro», ha affermato Charlotte, che oggi ha 22 anni.

leggi anche l’articolo —-> Sudan, colpo di stato ultime news: cosa sta succedendo

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

app tom hanks scala classifiche itunes

Tom Hanks: età, altezza, peso, vita privata e carriera del celebre attore

Laura Pausini in lacrime per la morte di Matteo: «Avevo deciso che non avrei più voluto fare questo mestiere!»