in ,

Norcia, sequestrata struttura ex Coc: inagibile dopo il Terremoto, 11 arresti

Norcia, sequestrata una struttura ex Centro Operativo Comunale che era stata dichiarata inagibile dopo il terremoto del 30 ottobre 2016. Sono 11 le persone raggiunte da avviso di garanzia da parte della Procura della Repubblica di Spoleto per l’ex Coc di Norcia.

I carabinieri hanno disposto il sequestro e fatto scattare le manette per il reato di “crollo di costruzioni o altri disastri dolosi” (articolo 434 del codice penale, che prevede una pena da 3 a 12 anni). Di questo dovranno rispondere le undici persone coinvolte negli arresti eseguiti stamane dai carabinieri. I soggetti coinvolti sono undici: si tratta di tecnici del Comune di Norcia (tra cui il geometra Maurizio Rotondi, attuale responsabile dei lavori pubblici) ma anche di altri enti e di ditte private. Questi avrebbero avallato la costruzione e costruito l’edificio.

Nel registro degli indagati è iscritto anche l’ex sindaco Giampietro Angelini, in carica a fine anni ’90, quando era stata progettata e realizzata la struttura che comprende anche il pub di Porta Romana e consegnata solo agli inizi del duemila.

Milano, Borghezio condannato per gli insulti razzisti a Kyenge: risarcimento di 50mila euro

Hayden incidente news condizioni di salute: in arrivo la famiglia