in ,

Nord Corea lancia missili balistici nel Mar del Giappone, Usa: “Violata risoluzione Onu”

La Corea del Nord ha lanciato due missili balistici nel Mar del Giappone: è accaduto ieri sera 18 marzo ora italiana. Le autorità di Pyongyang hanno dato l’ok. I missili sono caduti in mare, al largo della costa est del Paese.

Il lancio del razzo, probabilmente di tipo Rodong, pare viaggiasse ad una velocità di circa 800 km orari, ed è stato interpretato come una sorta di ennesima ‘sfida’ e provocazione all’Occidente e agli Stati Uniti, che hanno prontamente replicato: “Il lancio dei due missili non rappresenta una minaccia per gli Stati Uniti o per i nostri alleati regionali” – queste le parole di un funzionario della Difesa Usa – “ma la violazione di numerose risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite”.

Pochi giorni fa, infatti, il regime di Kim Jongun aveva annunciato l’intenzione di condurre a breve un nuovo test con una testata nucleare, non curandosi delle sanzioni approvate dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite lo scorso 2 marzo, in seguito al test nucleare eseguito da parte di Pyongyang lo scorso gennaio. Per bloccare questa incontenibile escalation, proprio nei giorni scorsi il presidente americano Barack Obama aveva imposto nuove gravi sanzioni contro la Nord Corea ma che, evidentemente, hanno sortito l’effetto opposto a quello sperato.

Brembo lavora con noi

Brembo lavora con noi 2016: offerte di lavoro a Bergamo

McDonald's lavora con noi

Roma, blatte nella cucina: chiuso il McDonald della stazione Termini