in ,

Norman Atlantic: in corso la terza ispezione, forse il traghetto trasferito nel porto di Bari

È in corso la terza ispezione a bordo del Norman Atlantic, il traghetto naufragato il 28 dicembre per un incendio scoppiato a bordo mentre viaggiava nell’Adriatico, partito da Igoumenitsa e diretto ad Ancona. Ormeggiato nel porto di Brindisi, il Norman Atlantic ieri è stato ispezionato per 5 ore ma nessun corpo è stato rinvenuto.

A bordo poco fa sono saliti i vigili del fuoco insieme agli esperti alla Scientifica, gli uomini della Capitaneria di porto e i medici legali del Policlinico di Bari. La squadra di esperti è al lavoro con le più moderne strumentazioni, indispensabili per resistere all’enorme calore prodotto da focolai di incendi ancora in atto in alcune aree del Norman Atlantic. Si cercano i corpi dei dispersi, che al momento risulterebbero essere circa 15. Gli investigatori cercheranno di accedere alle stive per poter quindi entrare nel garage del traghetto, dove ha avuto origine il rogo. Per ora sono già stati ispezionati i ponti 6 e 7 e solo parzialmente quello 4.

Le ultime notizie in merito confermano che nel sopralluogo di oggi sarà consolidata l’ispezione effettuata ieri e si tenterà di entrare nelle cabine. Domani lunedì 5 gennaio, arriverà a Brindisi un ingegnere del Registro italiano navale che farà valutazioni inerenti le condizioni di sicurezza della nave, per capire se possa sopportare un eventuale rimorchio fino al porto di Bari, secondo quanto auspicato dalla Procura.

 

Calciomercato Milan news: si apre la caccia a Davide Santon

Anticipazioni Il segreto domenica 4 Gennaio: Soledad e Luis pronti alla partenza