in ,

Norman Atlantic, sul traghetto in fiamme infuriano le polemiche sui controlli: aveva sei deficienze

Il traghetto Norman Atlantic che stamattina ha subito un incendio a bordo nella navigazione da Patrasso ad Ancona è stato realizzato nei Cantieri Navali Visentini a Porto Viro, in provincia di Rovigo. Dal varo, avvenuto a fine 2009 fino ad oggi ha già cambiato tre nomi: prima Akeman Street, poi Scintu, da gennaio scorso Norma Atlantic.

Il traghetto ha passato l’ultima verifica ispettiva il 19 dicembre del 2014, nel porto di Patrasso, a cura dell’organizzazione internazionale “Paris Mou”. Dal sito di questo organismo si apprende che il controllo aveva rilevato sei deficienze, alcune di una certa importanza, in particolare risulterebbe che alcune porte tagliafuoco erano “malfunzionanti”. I tecnici di “Paris Mou” avrebbero anche evidenziato la mancanza di alcuni sistemi di sicurezza, ad esempio batterie e luci oltre ad alcuni problemi strutturali. Nella penultima ispezione del 19 luglio 2014 a Montrose erano stati segnalati non conformità delle porte tagliafuoco e delle vie di fuga in caso di incendio. Ma queste ispezioni non hanno portato al fermo della nave.

Carlo Visentini, l’armatore del traghetto, ha replicato che “i controlli hanno confermato lo stato di piena funzionalità della nave” e “nel corso dei controlli era stato riscontrato un lieve malfunzionamento» di una delle porte tagliafuoco, che però era stato “immediatamente eliminato”. La società Riina Services che offre servizi di classificazione e certificazione navale aveva attestato che “secondo le informazioni in possesso di Rina la nave non ha prescrizioni a carico”.

Balotelli Liverpool

Balotelli news: due ragazze aiutano Super Mario a dimenticare Fanny ?

Un Posto al Sole anticipazioni

Un Posto al Sole anticipazioni 29-30 dicembre 2014: svelato il segreto di Filippo e Serena?