in ,

Notizie cronaca Italia: Jesi, ragazzo semina il panico con due machete in città

Notizie di Cronaca Italiana. Un ragazzo di colore di 26 anni armato di due machete ha seminato il panico nella serata di ieri a Jesi, in provincia di Ancona, nelle Marche. Il giovane ha poi cercato di barricarsi in una chiesa, ma le forze dell’ordine lo hanno arrestato anche grazie alla madre del ragazzo. Il bilancio è, fortunatamente di un ferito lieve, il comandante della stazione locale dei carabinieri. Ma per le vie della città è stata un’ora e mezza di terrore: ecco cosa è avvenuto.

news italia jesi

Intorno alle 19.30 il ragazzo ha scassinato la vetrina di un’armeria di una galleria commerciale di Jesi e ha rubato tre grossi coltelli da assalto, meglio conosciuti come machete. Uno lo ha subito perso, ma gli altri due li ha presi saldamente uno per mano. Da qui è iniziato il suo vagare per la città, in particolare nella zona di Porta Valle. Alcuni passanti lo hanno visto brandire le armi e pronunciare frasi sconnesse. Subito sono intervenute le forze dell’ordine, armate di pistole, ma anche di bastoni.

Sono stati sparati alcuni colpi a salve di avvertimento per invitare il giovane a posare i machete e consegnarsi, ma non c’è stato nulla da fare. Allora è iniziata una vera e propria trattativa. La madre del giovane è stata raggiunta e portata dove il figlio stava seminando il panico. Il giovane è stato accerchiato sui gradini del sagrato della chiesa di San Pietro Apostolo. Nel tentativo di disarmarlo, però, il comandante Mauro Epifani è stato ferito di striscio al fianco sinistro. Infine i colleghi lo hanno fermato e arrestato. Non era la prima volta. Il giovane, infatti, è già noto alle forze dell’ordine: pluripregiudicato, disoccupato e forse dedito alle sostanze stupefacenti, era stato fermato la settimana scorsa per resistenza a pubblico ufficiale.

Cagliari Calcio rosa completa Serie A 2014/2015

biennale venezia cinema

Mostra del Cinema di Venezia, proiezioni del 2 settembre 2014