in

Novara, bimbo morto: fermati madre e compagno, corpicino martoriato

Avrebbe compiuto due anni a settembre, il piccolo Leonardo, morto giovedì 23 maggio 2019, all’arrivo all’ospedale di Novara. Il bambino sarebbe stato picchiato dalla madre, Gaia Russo, di 22 anni e dal compagno Nicholas Musi, di anni 23. Entrambi accusati di omicidio volontario pluriaggravato, sarebbero stati fermati su disposizione della Procura di Novara. La donna, incinta, è ai domiciliari, mentre il 23enne sarebbe stato trasferito in carcere.

Novara, bimbo ucciso: lesioni multiple, morto in meno di mezzora

“È un omicidio – ha dichiarato il procuratore Marilinda Mineccia avvenuto in un quadro di maltrattamenti pregressi”. La Mineccia, che ha tenuto una conferenza stampa con il questore di Novara Rosanna Lavezzaro, ha aggiunto che il bimbo era “martoriato da lesioni multiple”. In effetti, i risultati dell’autopsia avrebbero rivelato che a provocare la morte del bambino sia stato un violento colpo all’addome. La conseguente emorragia al fegato ha portato al decesso in meno di mezzora. Il medico legale ha riscontrato ecchimosi e lesioni sul capo, sul torace, sulla schiena e persino sui genitali. Alcune risalirebbero proprio alla mattina stessa del decesso.

Leggi anche —> Marco Vannini omicidio, convocato in procura Davide Vannicola: il caso si riapre?

Chi è Ema Kovac, madre natura dell’ultima puntata di Ciao Darwin 8

Elisa Isoardi, su Instagram lettura ‘hot’: cosce in mostra e posa sensuale, «Che azzardo!»