in ,

Nuova Porsche Cayenne E-Hybrid prezzo, caratteristiche e scheda tecnica

Uno dei grandi classici di casa Porsche si rifà il look sotto il cofano: arriva infatti Porsche Cayenne E-Hybrid, la versione più evoluta del noto SUV premium che conferma la direzione tracciata dalla casa automobilistica tedesca verso uno sviluppo sempre più marcato dell’elettromobilità e della mobilità a basso impatto ambientale. La versione ibrida plug-in della Cayenne è ora disponibile per le ordinazioni anche in Italia ma verrà lanciata ufficialmente sul mercato europeo a partire dal maggio 2018. Il prezzo di questo nuovo modello parte da 93.402 euro, inclusa IVA e dotazioni specifiche.

Nuova Porsche Cayenne

La nuova Cayenne E-Hybrid vanta il miglior comportamento dinamico nel segmento di appartenenza unito al massimo dell’efficienza. Grazie a un tre litri V6 (250 kW/340 CV) abbinato a un motore elettrico (100 kW/136 CV), la potenza complessiva generata dalla vettura è pari a 340 kW (462 CV). La coppia massima di 700 Nm è già disponibile appena al di sopra del regime minimo del motore; la strategia di coppia motrice non ha nulla da invidiare a quella della supercar 918 Spyder. La trazione ibrida plug-in della Cayenne consente di accelerare da 0 a 100 km/h in 5.0 secondi e di raggiungere una velocità massima di 253 km/h. La nuova Cayenne E-Hybrid percorre fino a 44* chilometri in modalità esclusivamente elettrica, raggiungendo una velocità di 135 km/h. Il consumo medio di carburante nel Nuovo Ciclo di Guida Europeo (NEDC), a seconda del treno di gomme utilizzato, è pari a 3,4 – 3,2 l/100 km, con un consumo di elettricità di 20,9 – 20,6 kWh/100 km. In concomitanza del lancio della Cayenne E-Hybrid, Porsche amplia anche la sua gamma di sistemi di assistenza alla guida e di dotazioni di confort su tutta la linea Cayenne, introducendo equipaggiamenti disponibili su richiesta come, ad esempio, il nuovo head-up display, i sedili massaggianti e i cerchi metallici super leggeri da 22”.

La Cayenne E-Hybrid rappresenta la fase successiva dell’evoluzione di Porsche verso l’elettromobilità. Mentre le prestazioni dell’unità endotermica sono di poco superiori a quelle dell’unità precedente, ovvero di cinque kW (sette CV) per un totale di 250 kW (340 CV), quelle del motore elettrico evidenziano un miglioramento di oltre il 43% attestandosi a 100 kW (136 CV). Insieme, le due unità consentono al sistema di erogare una potenza complessiva di 340 kW (462 CV). A ciò si aggiunge la strategia di coppia motrice derivata dalla supercar 918 Spyder, che garantisce che l’unità elettrica possa essere utilizzata in tutte le modalità di guida del pacchetto standard Sport Chrono per migliorare ulteriormente le prestazioni dell’auto. Ciò significa che la coppia massima di sistema risulta disponibile non appena si preme il pedale dell’acceleratore. A seconda della situazione di guida e delle esigenze prestazionali, il conducente può continuare ad attingere alla spinta della coppia motrice sull’intera gamma dei regimi. Ciò migliora l’agilità della vettura e contribuisce a un’esperienza di guida di livello superiore. La disponibilità della spinta supplementare e la necessità di ricarica della batteria durante il viaggio dipendono dalla modalità di guida selezionata. Nelle modalità prestazionali Sport e Sport Plus è praticamente possibile utilizzare l’intera energia della batteria per un’accelerazione. Nella modalità Sport, la batteria viene ricaricata quanto basta per una nuova spinta. Nella modalità Sport Plus, la batteria viene ricaricata il più rapidamente possibile. Le altre modalità di guida supportano la massima efficienza di guida.

Nuova Porsche Cayenne

Foto credits: Porsche Press Service

 

SAN VERO MILIS CADAVERE

Roma, 22enne trovato morto ai Parioli: sulla schiena aveva una scritta inquietante

Governo news, direzione Pd, ecco il documento dei renziani: “Niente conte interne”