in

Nuove frontiere d’insegnamento: cosa è cambiato grazie alle moderne tecnologie?

Perché si parla di nuove frontiere d’insegnamento? Cosa è cambiato grazie alle moderne tecnologie? Ebbene in un mondo abituato a correre anche la sfera legata alla formazione dei professionisti del domani si è dovuta adattare e ha subito una vera e propria rivoluzione grazie ad internet. Restare al passo con i tempi è diventata una vera e propria sfida sia per la scuola che per i vari centri di formazione. A cambiare sono i linguaggi, i formati, ma anche le materie, nonostante le basi su cui tutto poggia rimangano le fondamenta dell’istruzione a livello generale.

Nella scuola 2.0 sono entrati i tablet. Voti e compiti da svolgere a casa si vedono online mentre le classiche ricerche si salvano su ‘drive’ e si condividono in tempo reale con maestre e professori. Questi ultimi  possono inviare piccoli supplementi e sottoporre così ai propri alunni quiz sulla lezione di storia svolta in classe o sull’escursione didattica appena effettuata. Fino a qualche anno fa ciò era impensabile. Le ricerche venivano svolte in biblioteca, o al massimo grazie a qualche cd di alcune enciclopedie. Geografia la si studiava sui libri e non con Google Maps.

Questo è nulla. La rivoluzione che ha abbracciato la scuola e il mondo del lavoro – oggi i colloqui si fanno anche solo su skype così come le riunioni più importanti – ha creato anche nuove modalità per studiare ed imparare andando in contro alle esigenze di tutti. Grazie all’e-learning, ad esempio, ci si può specializzare nel settore desiderato studiando tranquillamente da casa propria. I corsi del Centro Europeo di Formazione ne sono un esempio piuttosto noto.

Le varie offerte formative sono studiate ad hoc per far incontrare domanda e offerta soddisfacendo da un lato le richieste degli allievi e dall’altro quelle del mondo del lavoro. Docenti e professionisti del settore elaborano i vari corsi e seguono gli alunni passo dopo passo verificando il loro livello di apprendimento, anche se a distanza. La qualità della formazione mantiene standard elevati nonostante non vi sia più una classica lezione frontale. Con la formazione a distanza insegnanti e alunni sono in luoghi diversi, ma non è comunque preclusa la possibilità di fare domande, di chiedere chiarimenti o ulteriori approfondimenti. Tutto è studiato per coinvolgere sempre di più gli alunni, per colpire i loro interessi e per introdurli nel mondo del lavoro dandogli tutti gli strumenti per avere successo.

L’e-learning è, secondo gli ultimi dati, una delle industrie in continua crescita: dal 2000 il tasso è stato del +900% Si è inoltre calcolato, all’interno di una famosa ricerca di Markets and Markets, che dai 5,22 miliardi di dollari del 2016 tale industria potrà toccare e superare i  15,72 miliardi di dollari entro il 2021.

wtcc Monza guerrieri

Mondiale Turismo WTCC Monza: presentazione, date, orari, come avere gli inviti gratuiti

BOLOGNA TIR IN FIAMME SULLA A14

Reggio Calabria, incidente sul lavoro: dipendente Trenitalia folgorato, è gravissimo