in

Nuovo stadio Bologna Calcio, ecco il progetto della prossima casa dei rossoblu

“Sono felice e orgoglioso di potervi presentare il progetto di restyling di questo stadio.” Con queste parole il presidente del Bologna Joey Saputo ha dato inizio alla presentazione del progetto del nuovo stadio dei rossoblu. Il chairman canadese ha tolto il velo dall’opera di restyling che vedrà protagonista l’attuale impianto, il Renato Dall’Ara, che sarà riammodernato mantenendo però intatti quei caratteri distintivi che l’hanno reso celebre in Italia e nel mondo, così come ribadito anche dal numero uno del club rossoblu.

“Il Dall’Ara non è solo un impianto sportivo ma un monumento entrato nel tessuto cittadino, inconfondibile nel panorama degli stadi italiani ed esteri grazie anche ad un simbolo come la Torre di Maratona. Il calcio moderno ha esigenze diverse – continua Saputo – per questo motivo l’intervento di riqualificazione della nostra casa fa parte del nostro progetto di rilancio del club. Il nuovo Dall’Ara sarà un mix tra tradizione e modernità, avrà una copertura totale, spazi di intrattenimento e le più moderne tecnologie. Probabilmente anche Renato Dall’Ara sarebbe soddisfatto di vedere 

Spazio poi alle considerazioni dell’Amministratore Delegato Claudio Fenucci: “Il tema degli stadi per il calcio italiano credo sia un argomento molto importante. Il nostro progetto è partito nel 2015, quando questa società si è insediata. La Sovraintendenza sta ora valutando le modifiche effettuate al progetto. Verrà costituita una società veicolo che al suo interno avrà un azionista di riferimento, vicino alla famiglia Saputo. Il percorso seguirà l’iter della Legge 147 sugli stadi che prevede la ristrutturazione di impianti pubblici.”

A presentare il progetto del nuovo stadio del Bologna nel dettaglio, l’architetto Gino Zavanella: “Il primo problema affrontato era la sovrastruttura costruita negli anni Novanta. Abbiamo voluto far resuscitare la struttura originaria. La scelta dell’adeguamento sismico è stata una scelta importante fatta dal Bologna Calcio e in questo modo potremo avvicinare i vari settori al campo. Negli angoli abbiamo pensato a delle balconate perché si possano vivere le partite anche in ambienti accoglienti. La copertura, in accordo con la Sovraintendenza, è leggermente arretrata rispetto al paramento murario originale e sarà distanziata allo scopo di rendere la struttura visibile. E’ in previsione anche l’utilizzo di energie alternative, come la geotermia.”

Il nuovo stadio Dall’Ara avrà dunque una capienza di 27.000 posti (estendibile fino a 29.000 posti in caso di necessità per alcune competizioni), con le Curve che saranno ad una distanza di 7,5 metri (contro i 43 metri attuali). La Tribuna Bernardini ingloberà anche le panchine e sarà posta anch’essa a 7,5 metri dal rettangolo di gioco. Tutto l’impianto sarà coperto da una struttura in alluminio, molto leggera formata da tre “unghie” in sovrapposizione che permetteranno la proiezione della luce verso l’altro durante le partite notturne. Ci saranno 28 accessi, con lo stadio che si potrà svuotare in caso di emergenza in meno di 5′.

Tornando agli spazi della tribuna, sono previsti 30 box da 8 posti circa, una tribuna stampa 108 posti e una sala sempre adibita alle attività dei media da 90 posti. Negli angoli dell’impianto saranno sviluppate delle aree (da 500-600 metri quadrati) per poter seguire le partite anche all’interno nel massimo confort. Ci saranno poi spazi dedicati a negozi (tra cui uno store per il merchandising ufficiale del club), al Museo del Bologna Calcio. Per ora non è previsto alcun utilizzo per la Torre di Maratona, che comunque andrebbe consolidata dal punto di vista strutturale. Oggetto del restyling sarà anche l’antistadio, con i parcheggi della Bocciofila che saranno raddoppiati e l’area sportiva che verrà riqualificata rimanendo a disposizione delle società cittadine.

Foto: Bologna FC

Alex Montresors trapianto, parla il medico: «È stato bravo, un bambino delizioso. Ci ha commossi tutti!»

the good doctor 2 anticipazioni

The Good Doctor 2: anticipazioni episodi 1 e 2 in onda stasera su Rai2