in ,

Nuovo stadio Roma, Tor di Valle: progetto bloccato per uno svincolo e non solo

Il nuovo stadio della Roma rischia seriamente di bloccarsi. Sono almeno tre le aree di criticità individuate dalla conferenza dei servizi del Comune di Roma e dalla Regione Lazio. Ora il progetto deve essere modificato, ma c’è tempo solo fino al 27 agosto, data di scadenza dei 90 giorni per la presentazione dello studio di fattibilità. I problemi sono: lo svincolo della Roma-Fiumicino, la possibilità che accanto allo stadio venga costruito un ecomostro e il trasporto pubblico.

stadio roma tor di Valle

E’ stata la Regione Lazio, infatti, ha trasmettere al Comune di Roma un documento di criticità nel quale si evidenzia che lo svincolo della Roma-Fiumicino che dovrebbe portare al nuovo stadio sarebbe costruito nell’area protetta della Tenuta dei Massimi. Qui ci sono un parco e una villa dei Papi. Inoltre, sempre rimanendo in tema di strade e vie di comunicazione, il Comune di Roma, per bocca del sindaco Marino, ha chiesto di modificare il progetto affinchè non ci sia una sola via di accesso allo stadio tramite la via Ostiense. Inoltre, il Comune vuole il potenziamento della linea ferroviaria Roma-Ostia, ma anche una linea della metro. Infine c’è il discorso che riguarda il palazzo dei servizi accanto allo stadio.

Il progetto presentato dal costruttore Luca Parnesi, infatti, sarebbe da un milione di metri quadrati di cemento: uffici e alberghi. Il nuovo presidente della Roma, James Pallotta gli ha parlato a muso piuttosto duro a Boston. Che non diventi una speculazione edilizia. Il progetto del nuovo stadio della Roma si complica. Benvenuto in Italia, James.

Cena in bianco 2014, l’unconventional (e social) dinner sbarca a Genova a settembre

news italia

Ultime notizie: militare italiano morto in Libano trovato nella base Onu a Shama