in

Obesità infantile: curarla dormendo

L’obesità infantile può essere curata dormendo. La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS), afferma che un sonno ridotto o di scarsa qualità produce nei bambini effetti gravi, ben oltre la difficoltà di concentrazione e l’irritabilità.

contro l'obesità infantile

Secondo lo studio è importante dormire per un certo numero di ore, ma anche la regolarità del riposo. Paolo Brambilla, coordinatore del gruppo di lavoro della Sipps ‘Obesità e stili di vita’, ha sottolineato: “La durata del sonno sembra essere associata a patologie croniche: non solo obesità ed insulino-resistenza, ma anche diabete mellito di tipo 2, disturbi cardiovascolari ed aumentata mortalità.

La metanalisi degli studi pediatrici mostra come per ogni ora di sonno in più il rischio di sovrappeso e obesità risulti ridotto in media del 9%. Studi epidemiologici suggeriscono infatti che soggetti, sia adulti che bambini, definiti come ‘short sleepers’ tendono ad avere un maggiore indice di massa corporea (BMI), una maggiore percentuale di grasso corporeo e una maggiore circonferenza della vita nei confronti di chi rispetta le ore di sonno raccomandate.”

Cioccolato fondente: aiuta a camminare meglio

Belen Rodriguez gossip: delusa per la sconfitta dell’Argentina ai Mondiali 2014