in

Obesità: tra le cause possibili c’è anche un gene

In condizioni normali il nostro organismo produce un ormone, precisamente la grelina, quando lo stomaco è vuoto, provocando la sensazione della fame. Tuttavia, ci sono casi in cui si tende ad aver ancora appetito anche subito dopo aver mangiato: un team di ricercatori dell’ University of College of London sostiene che sia tutta colpa della genetica.

Gli studiosi, infatti, guidati da Rachel Batterham, hanno analizzato un campione di individui ed hanno in conclusione verificato come in una persona su sei l’ormone della fame non viene prodotto soltanto a stomaco vuoto perchè  affetta da una variante del gene Fto, il quale con buona probabilità interferirebbe con il corretto funzionamento della grelina. Nel campione analizzato coloro che  presentavano questa variante del gene mostravano livelli di grelina più alti nel sangue e, a conferma di ciò, continuavano ad aver fame anche dopo aver mangiato.

bambino_obeso

Questa scoperta sottolinea che l’obesità ha un carattere multifattoriale: secondo Bruno Dallapiccola, direttore scientifico dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, essa dipende al 30 per cento da questi polimorfismi genetici, e al 70 per cento dalla dieta e dalle abitudini alimentari. Tutti, quindi, possono mantenersi in forma, praticando abitualmente un’attività sportiva e prediligendo una alimentazione ricca di frutta e verdura e povera di grassi. Sicuramente per chi ha determinate peculiarità genetiche risulterà più difficile, ma non per questo impossibile.

Seguici sul nostro canale Telegram

Pornosoft alla Mostra del Cinema di Venezia, arriva Tinto Brass

Allattamento al seno, protegge il cervello dall’Alzheimer