in

Non sei iscritto a Facebook? La tua privacy è comunque in pericolo

L’ultimatum arriva dal Belgio e riguarda una delle aziende più famose del mondo, Facebook. Una multa da pagare pari a 250mila euro sarebbe stata indetta dal giudice di primo grado di Bruxelles nel caso il colosso americano non dovesse rispettare la decisione presa dal Tribunale. Entro 48 ore Facebook avrebbe infatti ricevuto l’ordine di fermare la tracciabilità nei confronti di quegli utenti che non fanno parte del social network.

La risposta da parte del colosso americano non è però tardata ad arrivare. Il portavoce di Facebook, Sall Aldous, ha minimizzato la situazione ribadendo che la legge di riferimento per la privacy è quella stilata in Irlanda, Stato ove si trova la sede legale europea del social network.

Se l’internauta è iscritto al social si può partire dal concetto che abbia dato tale consenso implicitamente. Se l’utente non è iscritto al social, Facebook deve chiedere il consenso e dare anche le spiegazioni necessarie” spiega il tribunale belga. In risposta, Alex Stamos, responsabile delle sicurezza di Facebook fa valere la propria opinione sul suo blog: “Se il tribunale ci vietasse di usare i cookies in Belgio perderemmo uno degli strumenti più efficaci per monitorare se gli utenti si connettono o meno in modo legittimo. Questo ci costringerebbe a considerare le connessioni dal Belgio pericolose e dovremmo effettuare tutta una serie di verifiche in più.”

Photo Credit: 

Afghanistan attacco terroristico TV di Stato

Afghanistan, talebani: impiccati 15 membri dell’Isis

Ronaldo Real Madrid-Barcellona

Cristiano Ronaldo film: al cinema la prima pellicola sulla vita di CR7