in

Olimpiadi 2016 Rio, Alex Schwazer non molla: “Sarò a Rio, voglio gareggiare”

La squalifica per doping non sembra porgli freno: il marciatore altoatesino, Alex Schwazer, ha annunciato attraverso la sua pagina Facebook che sarà a Rio a partire da giorno 6 agosto, in attesa di conoscere l’udienza del Tas che si pronuncerà giorno 8. Alex Schwazer, squalificato lo scorso 21 giugno per un test anti-doping risalente al 1 gennaio 2016, non ci sta e prova a giocarsi tutte le sue chances di riammissione per le Olimpiadi 2016 di Rio. “Non riesco a pensare, dopo tutto quello che ho fatto per dimostrare a tutti che potevo tornare a combattere, di arrivare fisicamente a Rio e non avere la possibilità di scendere in pista – ha scritto l’atleta sul suo profilo Facebook – non posso pensare che tutto il lavoro svolto negli ultimi mesi, tutti i controlli a cui mi sono sottoposto, non siano serviti a nulla.”

>>> IL PROGRAMMA COMPLETO DELLE OLIMPIADI 2016

Il 6 agosto partirà per Rio, dove due giorni dopo è prevista l’udienza Tas. “Non so cosa pensare – ha affermato Alex Schwazer amareggiato – la confusione di queste settimane è stata tanta e devo dire che è veramente dura mantenere un equilibrio che permetta di affrontare un’olimpiade in questa situazione.” La speranza del marciatore altoatesino è di poter prendere parte alle Olimpiadi 2016: “Non riesco a pensare, dopo tutto quello che ho fatto per dimostrare a tutti che potevo tornare a combattere, di arrivare fisicamente a Rio e non avere la possibilità di scendere in pista”.

>>> TUTTO SULLE OLIMPIADI 2016

Intanto, il team di Alex Schwazer ha fatto sapere, tramite una nota, di essere pronto a tutto: “Forte della sua innocenza, Alex vuole assolutamente gareggiare alle Olimpiadi per le quali si è preparato con tanti sacrifici ed un progetto antidoping, unico al mondo, con il Prof. Donati, di assoluta trasparenza. In tale prospettiva ha dovuto accettare, pur consapevole della precarietà istruttoria di un tale processo, le condizioni imposte dalla Iaaf per un procedimento accelerato, con udienza davanti al Tas a Rio, testi collegati solo via Skype, con giudizio pieno nel merito in 1-2 giorni.”

Shannen Doherty oggi: la confessione struggente sul cancro

Nina Moric GF VIP

Nina Moric Facebook: il ringraziamento dopo la paura e la corsa in ospedale