in

Olimpiadi 2024: Los Angeles sfida Roma per l’assegnazione finale

“Los Angeles ha l’esperienza adatta e sa come organizzare appuntamenti di livello mondiale per gli atleti e per gli appassionati”. Queste le parole del capo del comitato olimpico statunitense, Scott Blackmun, che ufficializzano l’entrata della più famosa città della West coast tra le pretendenti per aggiudicarsi l’assegnazione delle Olimpiadi 2024. A portare l’effettiva candidatura è stato il sindaco della metropoli, Eric Garcetti durante un incontro internazionale a Losanna.

Brutta notizia per l’Italia e per Roma: oltre Parigi, Amburgo e Budapest, si aggiunge un ulteriore sfidante nella corsa verso l’ambito privilegio – con tanto di prestigio mediatico – che vedrà la sua fine nel 2017 nel convegno di Lima (Perù). Le Olimpiadi 2024 rappresentano una ghiotta opportunità, soprattutto a livello economico, per città che hanno visto sfumare la vittoria per gli eventi del 2016 e 2020: a carico rispettivamente di Rio de Janeiro (Brasile) e Tokyo (Giappone).

Los Angeles diventa dunque l’alfiere di tutte le speranze degli States – riversate prima in Boston – ed entra nell’aspra contesa con buone possibilità di spuntarla. Forte di due esperienze passate ( 1932, 1984 ), di un budget stimato intono ai 4-4,5 miliardi di dollari e di considerazione a livello mondiale, potrebbe entro l’anno prossimo divenire la città da battere. Con buona pace – e si spera di no – dei romani.

Mario Balotelli nuova fidanzata

Mantova Milan 3-2, gol lampo di Balotelli

ex diplomatico ucciso in madagascar

Madagascar: ucciso italiano durante rapina