in

Olimpiadi Rio 2016, il mistero dell’acqua verde: svelato il motivo

In molti avranno visto l’acqua rigorosamente verde della piscina dove si tenevano le esibizione dei tuffi delle Olimpiadi di Rio 2016. Ci sono passate anche Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, vincitrici della medaglia d’argento, la prima infatti ha twittato: “Abbiamo provato anche l’ebrezza di tuffarci in un lago oggi.” Dagli hashtag e dalle emoticon aggiunte accanto, non sarà stata una bella esperienza per le due atlete italiane. Menomale che dopo il tuffo c’era la doccia ad aspettarle, ma soprattutto il sapore della vittoria e del secondo posto conquistato.

Ebbene, dopo ventiquattro ore di mistero, l’organizzazione si è giustificata: “Sì, c’è una questione legata alla diminuzione di alcalinità dell’acqua. Ma già nella notte siamo intervenuti e nel giro di qualche ora l’acqua dovrebbe tornare azzurra.” Ha affermato Mario Andrada del comitato organizzativo di Rio 2016. “Avevamo già avuto in passato un problema analogo con questa piscina: non ci sono però rischi per la salute degli atleti, abbiamo testato la qualità dell’acqua più volte.”

Nessun problema con l’altra piscina nella quale si tengono le partite di pallanuoto, lì l’acqua è celeste, così come deve essere. E dopo le numerose polemiche che si sono abbattute sulle Olimpiadi di Rio 2016, adesso anche l’acqua verde.

notte di san lorenzo 2016

Notte di San Lorenzo 2016, una pioggia di stelle cadenti tra tradizione, scienza e leggenda

pranzo ferragosto

Ferragosto 2016 dove andare: idee per un pranzo speciale