in ,

Olive nere al botulino, donna intossicata ancora grave: la Procura apre un’inchiesta

Sta ancora molto male la 60enne di Forlì che il 26 novembre scorso è stata ricoverata d’urgenza, intossicata per aver ingerito olive nere del marchio “Bel Colle” che, alla prova dei test da laboratorio, sono risultate positive al test del botulino.Olive nere ritirate dal commercio

La Procura di Forlì si è sentita in dovere, quindi, di aprire un’inchiesta contro ignoti, viste le tutt’ora preoccupanti condizioni di salute della donna. Ricoverata all’ospedale “Morgagni-Pierantoni” nel reparto di Rianimazione, sta ancora molto male, nonostante le sia stato riscontrato dai medici un lieve miglioramento. A seguito di un’allerta diramata dal Ministero della Salute, le autorità sanitarie hanno disposto il ritiro immediato dal commercio di tutti i lotti con tutte le scadenze dei prodotti a marchio “Bel Colle”.

Rimane pertanto alta l’allerta di carattere nazionale che il Ministero della Salute nei giorni scorsi ha diramato attraverso vari canali informativi, disponendo il ritiro immediato di tutti i lotti del prodotto distribuiti nei punti vendita dell’azienda produttrice. L’Eurospin, il supermercato chiamato in causa, si è mostrato ligio alla normativa, che prevede che la ditta produttrice, la catena di distribuzione e chiunque commerci il lotto del prodotto debbano informare i consumatori dei provvedimenti adottati, e ha così diffuso un comunicato che rendesse edotti i suoi clienti in merito.“È importante – spiega la regione Emilia Romagna – che chiunque abbia già acquistato il prodotto del lotto in questione non lo consumi e lo consegni immediatamente, anche se la confezione è già aperta, nel punto vendita dove l’ha acquistato”. Si invitano i consumatori a non abbassare la guardia.

 

Paul Pogba

VIDEO – Juventus, Paul Pogba: la consacrazione del giovane fenomeno

50 Sfumature di grigio anticipazioni, le prime scene rubate dal set a Vancouver