in

Omicidio a Pesaro: trucidato in strada a colpi di pistola mentre parcheggia l’auto

Omicidio a Pesaro: un uomo è stato assassinato a colpi di pistola in pieno centro. Secondo le prime indiscrezioni emerse, la vittima era fratello di un collaboratore di giustizia. Alla luce di una prima ricostruzione fatta dalle forze dell’ordine, due killer incappucciati avrebbero teso un agguato alla vittima, un uomo di 51 anni, raggiunto dai proiettili mentre era intento a parcheggiare la sua auto. L’agguato mortale si è consumato nel centro storico di Pesaro. L’uomo ucciso ha 51 anni, ed è di origine calabrese. Almeno 30 bossoli sono stati trovati sul luogo dell’esecuzione avvenuta in via Bovio. Ad entrare in azione sarebbero stati due killer incappucciati, che lo avrebbero atteso per poi far fuoco.
uccide datore di lavoro

Un altro elemento emerso è che i killer avrebbero agito con pistole automatiche calibro nove, per poi allontanarsi a piedi lungo le strette vie del centro storico e far perdere le loro tracce. Riferiscono le agenzie di stampa che “la vittima avrebbe già risieduto in città in passato e vi sarebbe tornato con la sua famiglia da circa tre anni. Non è però ancora chiaro se tra la parentela con il pentito e l’omicidio vi sia un collegamento”. Indagini in corso.

L’agguato mortale è avvenuto a pochi metri di distanza dal ristorante Da Sante, nota trattoria di pesce di Pesaro. Sul posto dopo il dramma sono accorsi polizia e carabinieri insieme al pm di turno e Daniele Paci della Dda di Ancona che in passato si occupò delle indagini sui delitti della Uno Bianca a Bologna.

Potrebbe interessarti anche: Lecco, uomo uccide la madre a martellate e tenta il suicidio: è grave

Rome is Ruin, roma in rovina

“Roma è una discarica a cielo aperto”: il New York Times “demolisce” la Caput Mundi

Il Santo del giorno 26 dicembre: Santo Stefano