in

Omicidio Alessandro Neri news: nuove analisi terriccio e colpo di pistola, emergono novità investigative

Omicidio Alessandro Neri news: l’assassino del 28enne di Spoltore non ha ancora un nome, tuttavia le indagini vanno avanti senza sosta. A tal riguardo, inoltre, in queste ore ci sono delle novità; a renderle note è Remo Croci, l’inviato di Quarto Grado che attraverso un video sulla pagina Facebook del programma Mediaset ha parlato di “nuove analisi del terriccio” prelevato da un luogo non molto distante dal punto in cui venne ritrovato il cadavere della vittima, e di un particolare del secondo colpo di pistola che gli perforò il cranio.

pescara alessandro neri news

Alessandro Neri: novità sul secondo colpo di pistola che lo ha ucciso

Secondo quando reso noto del giornalista, dunque, il secondo colpo di pistola esploso contro la testa del giovane fu effettuato da distanza ravvicinata e in quel momento Alessandro aveva in testa il cappuccio del giubbino che indossava. Dettaglio sulla dinamica del delitto che potrebbe dire molto su chi e come si è macchiato di questo orrendo crimine. Per ciò che concerne le nuove analisi sul terriccio, sembra che i Ris abbiano concentrato l’attenzione su un’area della campagna nella periferia sud di Pescara poco distante dal Fosso Vallelunga, dove Neri fu trovato cadavere tre giorni dopo la sua scomparsa.

Leggi anche: Omicidio Alessandro Neri news: donna strappa manifesto con il suo volto, il video

trovato morto ragazzo scomparso a pescara

Delitto Neri: nuove analisi su campione terriccio

Dettaglio, quest’ultimo, che potrebbe fare ipotizzare che il ragazzo non sia stato ucciso nel punto in cui è stato ritrovato. Al momento, dunque, nessuna svolta investigativa. In mano agli inquirenti c’è un profilo genetico femminile rinvenuto sugli indumenti intimi della vittima, ma purtroppo quella traccia biologica è ancora ignota. Di Alessandro Neri si persero le tracce la sera del 5 marzo scorso; fu ritrovato morto l’8 marzo in un fosso dove scorre un corso d’acqua a Pescara, nella zona periferica sud detta Fosso Vallelunga. La sera prima il rinvenimento della sua auto, una Fiat 500 rossa, chiusa e parcheggiata in via Mazzini a Pescara, sul lungomare. Né dalla vettura né dagli altri reperti recuperati dai Ris al momento è emerso alcun elemento rilevante ai fini investigativi.

 

Omicidio Manuela Bailo, amante dopo il delitto: “Ho bisogno di partire per le vacanze”

BRIANZA RAGAZZO SEMINUDO E FERITO IN AUTO

Giallo in Brianza: ragazzo seminudo in un lago di sangue in auto, morto poco dopo il ricovero