in ,

Omicidio Ancona news, trovato biglietto scritto dal giovane che ha sparato: “Confesso l’omicidio”

E’ ancora in coma irreversibile Fabio Giacconi, gravemente ferito da colpi di pistola sparati da Antonio Tagliata, il 18enne fidanzato della figlia che si è macchiato anche dell’omicidio della madre di lei: ad inchiodarlo definitivamente, ci sarebbe un biglietto ritrovato in casa sua.

Nonostante i due giovani continuino ad accusarsi a vicenda durante gli interrogatori, ad inchiodare il killer sarebbe un biglietto trovato durante le perquisizioni proprio nella sua abitazione. Sul foglio di carta si legge “Confesso l’omicidio di Fabio Giacconi e Roberta Pierini”: a domanda degli inquirenti, il ragazzo avrebbe giustificato queste righe dicendo “Ero sicuro che sarei morto. Ho scritto il biglietto per proteggere mio padre, che ha avuto problemi con la giustizia”.

Nella stessa abitazione sono state trovate anche altre lettere indirizzate al padre, alla madre e ai fratelli: nelle sue parole, il ragazzo chiede scusa per ciò che sta per compiere. I famigliari, a loro dire, hanno però interpretato le lettere del ragazzo come una volontà di suicidarsi, motivo per cui si sono rivolti alla polizia ignari della sparatoria avvenuta nella casa della fidanzata del figlio. Il ritrovamento del biglietto con la confessione, rischia di aggravare ulteriormente la posizione del giovane che aveva dichiarato di aver sparato per difendersi dalla reazione aggressiva di Fabio Giacconi: insieme a questo, ad incastrare il killer anche la presenza di 86 proiettili nelle tasche.

Rcette Dokci Detto Fatto

Detto Fatto ricette: Michel Paquier e Monte Bianco

Afghanistan attacco terroristico TV di Stato

Afghanistan, talebani: impiccati 15 membri dell’Isis