in ,

Omicidio Andrea La Rosa news, Raffaele Rullo scarica responsabilità sulla madre

Omicidio Andrea La Rosa ultime notizie: Antonietta Biancaniello e il figlio Raffaele Rullo, madre e figlio di Quarto Oggiaro, sono in carcere dallo scorso 14 dicembre con l’accusa di avere sgozzato e tentato di sciogliere nell’acido il 35enne milanese, ex giocatore di Serie C, che risultava scomparso dal 13 novembre.

Lo avrebbero ucciso per soldi, perché a fronte delle sue pressioni, non volevano restituirgli 38mila euro che l’uomo aveva prestato loro. “Sono innocente, è stata mia madre” così Raffaele Rullo davanti al gip durante l’udienza di convalida del fermo ha scaricato ogni responsabilità sulla madre. La donna, Antonietta Biancaniello, ha invece scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere e non ha risposto alle domande del giudice. Rullo è accusato di omicidio premeditato e soppressione di cadavere insieme alla madre. al momento del fermo inoltre la donna si era addossata la responsabilità del delitto.

Andrea La Rosa trovato morto: chi l’avrebbe ucciso e perché

Oggi il figlio ha dunque ribadito la sua versione dei fatti. Antonietta Biancaniello era stata fermata giovedì sera mentre, a bordo della sua auto, stava cercando di disfarsi del cadavere di La Rosa, incastrata da una intercettazione in cui si lamentava della “puzza” che proveniva da un bidone (un fusto per il gasolio) dove in effetti per un mese aveva nascosto il cadavere in decomposizione dell’ex calciatore. Madre e figlio avevano anche comperato dell’acido per scioglierlo senza però riuscire nel loro diabolico intento perché il prodotto era risultato insufficiente.

La foto dei due presunti assassini:

La Rosa era stato attirato con l’inganno da Rullo, suo amico, con la scusa di presentargli sua madre. I due lo avrebbero addormentato e sgozzato, infine infilato in un bidone di metallo con l’intento non riuscito di scioglierne il cadavere nell’acido. L’ex calciatore, milanese, neo dirigente sportivo del Brugherio calcio (Monza), era scomparso lo scorso 14 novembre. Prima di sparire aveva però riferito a colleghi e conoscenti di avere un appuntamento con la coppia. A madre e figlio, di 59 e 35 anni, gli inquirenti hanno sequestrato 24 flaconi di acido, trovati in un garage di Seveso (Monza) in uso a Rullo.

Uomini e Donne, Mattia Marciano contro Nilufar Addati: “Tutto studiato a tavolino”

Che tempo che fa ospiti 17 dicembre 2017: Fabri Fibra e Tiziano Ferro