in ,

Omicidio Andrea Loris Stival nuova pista: ad ucciderlo potrebbero essere state due persone

Il Corriere di Ragusa.it propone l’ipotesi che a macchiarsi dell’efferata uccisone dello sventurato Andrea Loris Stival sarebbero state almeno due persone, che per ora si starebbero coprendo vicendevolmente. Secondo questa ipotetica pista ci sarebbero parecchi indizi che condurrebbero alla evidente colpevolezza di questi soggetti, il cui volto, già martedì prossimo, potrebbe essere reso noto dagli inquirenti.

Il bambino, la mattina del 29 novembre scorso, sarebbe stato ucciso per strangolamento con una fascetta di plastica che viene usata dagli elettricisti e il suo corpo gettato nel canalone profondo tre metri di contrada Mulino Vecchio, a 4 chilometri dal paese di Santa Croce Camerina, dove il pensionato dell’Enel, Orazio Fidone, lo ha scoperto il pomeriggio di quello stesso terribile sabato. Ad aiutare in modo decisivo gli investigatori ci sono le oltre quaranta telecamere sparse per tutto il paese, le riprese delle quali stanno impegnando gli esperti a verificare ogni singola pista o ogni ipotesi plausibile.

=>Leggi tutto sull’omicidio di Andrea Loris

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Acconciature accessori trendy capelli Natale 2014

Tendenze capelli Natale 2014: le 3 acconciature più trendy per le feste

CSKA Mosca - Roma

Ultime notizie Napoli calcio: cori contro Floro Flores nella partita Roma-Sassuolo