in ,

Omicidio Andrea Loris, ultime notizie a Pomeriggio 5: nuovi dettagli sulla mattina della scomparsa

Emergono nuovi dettagli sui fatti verificatasi a Santa Croce Camerina sabato mattina 29 novembre, giorno della scomparsa di Andrea Loris Stival, il bambino di 8 anni strangolato e gettato in un canalone di cemento nei pressi del Mulino Vecchio, nelle campagne di ragusane. Ai microfoni di Barbara D’Urso, Giusi Neri, il capo della Polizia Scientifica che si sta occupando di fare, anche in queste ore, controlli, accertamenti e rilievi sul luogo del ritrovamento del piccolo.

Durante Pomeriggio 5 è stata intervistata la zia di Loris che, sconvolta e in lacrime, ha detto: “Lasciateci soli nel nostro dolore, è un dolore inspiegabile”. E ancora, la barista del paese interpellata dalla trasmissione ha detto: “Il signor Orazio Fidone (il cacciatore che ha ritrovato Loris) quasi ogni mattina viene qui a prendere il caffè, ma il giorno della scomparsa del bambino non si è visto”. E lui, il cacciatore Fidone da oggi indagato, dopo l’interrogatorio di stanotte in Procura ha detto: “Mi sento tranquillissimo”.

La conduttrice ha anche aggiornato in tempo reale su due notizie battute dall’Ansa qualche istante fa: la prima riguarda un’auto bianca parcheggiata in prossimità del Mulino Vecchio, vista da un testimone alle 15.00. La seconda riguarda l’ora della morte di Loris: gli inquirenti hanno accertato che sia avvenuta tra le 10-10.30 di sabato 29 novembre.

Ultime notizie calciomercato Napoli: Gabbiadini sempre più vicino

Mostra Felina Firenze 2014: date e orari