in ,

Omicidio Antonella Lettieri, il giallo dell’agenda: lì custoditi i segreti che legavano vittima e assassino?

Cirò Marina, omicidio Antonella Lettieri: gli inquirenti ancora cercano il coltello a serramanico che Salvatore Fuscaldo ha detto di avere utilizzato per uccidere la 42enne e poi sotterrato in campagna accanto al tubo d’acciaio rinvenuto pochi giorni fa a seguito dell’indicazione dello stesso indagato. Quell’arma potrebbe ulteriormente confermare la versione fornita dal killer reo confesso, la cui veridicità e genuinità è ancora al vaglio della magistratura.

A Quarto Grado, nella puntata andata in onda ieri sera 28 aprile, è stata ricostruita nel dettaglio la confessione spontanea resa dal detenuto esattamente una settimana fa. Fuscaldo ha detto di avere ucciso la vicina di casa e migliore amica di sua moglie Caterina Avena, perché lo avrebbe ricattato. Antonella Lettieri avrebbe avuto con lui una relazione segreta da almeno 6 anni, e per tenere il silenzio – giacché la notizia della loro tresca se resa nota avrebbe destato scalpore in paese – gli avrebbe chiesto in cambio denaro, prestiti e piccoli favori. Questa la situazione di stress e d esasperazione in cui l’uomo, secondo la sua versione, avrebbe agito.

Omicidio Antonella Lettieri: sospetti sul figlio di Fuscaldo e novità sull’arma del delitto

C’è di più: Fuscaldo ha inoltre detto di avere messo a soqquadro la casa dove è avvenuto il delitto non per inscenare una rapina e depistare le indagini, come ipotizzato dalla prima ora dagli inquirenti dopo avere cristallizzato la scena del crimine. Il bracciante agricolo 50enne avrebbe creato quel disordine nel tentativo (fallito) di cercare un’agenda che la vittima avrebbe custodito segretamente e in cui avrebbe annotato pedissequamente tutti i loro incontri clandestini. Quella agenda esiste davvero? Se l’indiscrezione trovasse conferma potrebbe davvero fare emergere dei segreti scabrosi che darebbero un senso al movente dell’omicidio finora solo ipotizzato dalla magistratura: quello passionale. Va detto, tuttavia, che la famiglia Lettieri nega categoricamente le rivelazioni fatte da Fuscaldo, bollate come mere calunnie sul conto della vittima. “Non escludiamo che ne racconti anche altre”, ha asserito la sorella di Antonella Lettieri ai microfoni di Quarto Grado.

Annalisa, Michele Bravi, Giocanni Caccamo

Anticipazioni Amici 16 serale settima puntata 6 maggio 2017: ecco tutti gli ospiti

Londra, ragazza italiana trovata morta: la madre non la sentiva da 4 giorni