in ,

Omicidio Calatabiano news, pensionata ammazzata per 10 euro: il killer confessa

Ha finalmente un volto l’assassino di Amalia Ruccella, la pensionata di Calatabiano, nel Catanese, massacrata in casa a colpi di bottiglia sabato pomeriggio. Ieri sera un sospettato era stato fermato dai carabinieri e portato in caserma per essere interrogato, dopo qualche ora gli inquirenti sono riusciti a strappargli una confessione di colpevolezza.

Agghiaccianti i dettagli emersi: l’uomo, Paolo Cartelli di 36 anni, residente in zona, ha ammesso di averla uccisa per un presunto debito di 10 euro. Stando alle ricostruzioni, l’assassino conosceva l’anziana signora ed era solito svolgere per lei varie commissioni sotto pagamento. Sabato, al suo rifiuto di dargli dei soldi, l’avrebbe prima colpita alla testa con una bottiglia, per poi sferrarle il colpo mortale al collo con un vetro rotto. L’anziana signora è deceduta subito dopo il ricovero in ospedale.

Ad inchiodare il killer le telecamere di video sorveglianza e la segnalazione di sua madre alle forze dell’ordine, allarmata per avere trovato nascosti in casa i suoi indumenti sporchi di sangue. Dalla comparazione del suo Dna con l’impronta sulla bottiglia utilizzata per colpire la vittima, la conferma del fatto che fosse stato lui a compiere l’omicidio. Paolo Cartelli è ora rinchiuso nella Casa Circondariale Bicocca a Catania. 

Pechino Express 4 anticipazioni stasera, prova eliminatoria? Fratello e Sorella a rischio

Grande Fratello 14 concorrenti: Barbara e Manfredi colti in flagrante