in ,

Omicidio Città di Castello: Federico Bigotti scarcerato e ri-arrestato in poche ore

Ha dell’incredibile ciò che è accaduto questa mattina nel carcere di Perugia, dove dal 3 gennaio è detenuto Federico Bigotti, il 21enne accusato di avere ucciso a coltellate la madre, Anna Maria Cenciarini casalinga di 55 anni, lo scorso 28 dicembre nella loro abitazione di Città di Castello. Il tribunale del Riesame quest’oggi aveva infatti annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il ragazzo, a causa di una serie di cavilli procedurali.

Nella imminenza della scarcerazione, però, il 21enne è stato raggiunto da una nuova ordinanza di arresto, notificatagli dai carabinieri del reparto operativo di Perugia, poco prima che lasciasse il carcere. Federico Bigotti non è reo confesso del delitto: lui ha infatti sempre sostenuto di avere assistito all’accoltellamento mortale che la madre si sarebbe inferta da sola. La sua versione dei fatti non è stata ritenuta attendibile dagli inquirenti, che hanno da subito aperto un fascicolo a suo carico con l’accusa di omicidio volontario aggravato.

I legali del ragazzo durante l’udienza davanti al Tribunale del Riesame avevano sollevato l’eccezione tecnica (accolta dal giudice) che in un primo momento aveva portato ad annullare l’ordinanza di custodia cautelare, sostenendo la necessità di “esplorare tutte le ipotesi” riguardo le circostanze di morte della 55enne, partendo del presupposto che non vi siano dubbi sul fatto che si tratti di un omicidio.

Pretty Little Liars 6×12 anticipazioni: Cece Drake è morta, chi è il nuovo A?

Carnevale Ambrosiano 2015 eventi programma offerte sabato 21 febbraio hotel

Carnevale Ambrosiano 2016: date, eventi, dolci e curiosità della festa di Milano