in ,

Omicidio Città di Castello: Federico Bigotti si rifiuta di rispondere al Gip

Si è avvalso della facoltà di non rispondere, oggi, durante l’interrogatorio per la convalida del fermo, Federico Bigotti, il 21enne di Città di Castello arrestato con l’accusa di avere ucciso a coltellate la madre, Anna Maria Cenciarini, di 55 anni. Uniche parole rivolte al gip di Perugia, “Voglio vedere papà”. Richiesta accolta: il giovane incontrerà il padre nel carcere di Capanne, dove è rinchiuso da domenica scorsa.

“La famiglia è rimasta unita dopo l’accaduto” – hanno confermato i legali del 21enne, Francesco Bochicchio e Francesco Areni – “è stato il padre ad accompagnare in Procura Federico quando gli è stato notificato l’avviso di garanzia”.

La scelta di fare scena muta davanti al giudice quest’oggi sarebbe stata la conseguenza di un accordo tra legali e assistito: “Si è trattato di una scelta concordata in attesa di conoscere tutti gli atti dell’indagine”, hanno dichiarato i legali, ribadendo il fatto che Federico sarebbe affetto da disturbi della personalità, già manifestati in famiglia. Il giovane presunto assassino, infatti, avrebbe manifestato notevoli disagi da tempo: Federico sarebbe un ragazzo complicato, con problemi di droga alle spalle, da due anni rinchiuso nel suo mondo, alienato dalla società.

anna moroni ricette

Ricette Anna Moroni a La prova del cuoco: polenta concia

la prova del cuoco sorbetto al limone

La prova del cuoco ricette oggi: il sorbetto al limone di Pietro Noto