in ,

Omicidio coniugi Brescia aggiornamenti: delitto premeditato, “Frank a capo dello spaccio”

Un omicidio premeditato quello che è costato la vita ai due coniugi di Brescia. Secondo gli ultimi aggiornamenti, il killer pakistano avrebbe progettato l’assassino di Francesco Seramondi almeno da novembre 2014, mentre sarebbe del tutto accidentale la morte di Giovanna Ferrari: : “Non volevo uccidere la moglie, è stata una fatalità, non mi aspettavo di trovarmela davanti“, ha raccontato ai giudici il killer Muhammad Adnan.

Adnan, insieme al complice indiano Singh Sarbjit, continua a ribadire che il movente è stata la concorrenza tra il suo locale e quello dei Seramondi, il quale aveva una maggiore clientela. Ma nuovi dettagli sono nel frattempo emersi: secondo quanto riferito dal killer pakistano, Francesco Seramondi si occupava illegalmente delle attività dello spaccio, agevolando la propria attività.

“Frank e il suo braccio destro Arben Corri gestivano lo spaccio“, è la pesante accusa mossa da Muhammad Adnan. Gli investigatori valuteranno la verità della sua testimonianza ma, qualora si rivelasse fondata, ciò non cambierebbe in alcun modo la posizione di Muhammad e del suo complice, accusati di omicidio premeditato.

Written by Rosaria Cucinella

Nata nella ridente Sicilia, 21 anni e tanta passione per la scrittura ed il giornalismo online. Amo la cucina, la primavera, i red carpet della gente famosa e i film d'azione. Mi piace la moda ma paradossalmente non amo seguirla: la lunaticità comanda anche il mio stile...

Ligabue 10 curiosità

Ligabue concerto 2015: il 22 agosto a Melpignano per la notte della taranta

viaggi in Toscana Treni Natura 2015

Treno Natura 2015: ecco il programma in autunno, la Val d’Orcia si visita su un treno a vapore