in ,

Omicidio Fortuna Loffredo: chiesta riesumazione corpo Antonio, precipitato a Caivano

L’avvocato che assiste il padre e i nonni della piccola Fortuna Loffredo, presunta vittima dell’orco del Parco Verde di Caivano, ha chiesto che venga riesumata la salma del piccolo Antonio, il bimbo di 4 anni morto circa un anno prima di lei, il 27 aprile 2013, nello stesso luogo e nelle medesime circostanze della piccola “Chicca”.

“Arrestarli tutti” per rendere giustizia “anche al piccolo Antonio, morto come Fortuna”, queste le sue parole. Antonio come Fortuna, quindi: entrambi vittime di abusi e gettati nel vuoto da una finestra del palazzo degli orrori e dell’omertà. Già in cella a Poggio Reale per un altro presunto abuso ai danni di una figlia della compagna, il 44enne Raimondo Caputo, accusato da sabato anche dell’omicidio di Fortuna, ha negato ogni addebito, eppure le intercettazioni che lo inchiodano avrebbero captato una sua frase che si commenta da sola: “Vuoi vedere che là sopra.. c’è il sudore… il sudore mio?”, diceva alla compagna Marianna Fabozzi (madre del piccolo Antonio), ora ai domiciliari, in merito al fatto che sul corpo di Fortuna gli inquirenti avessero potuto rinvenire sue tracce biologiche.

>>> LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO FORTUNA LOFFREDO

“Siamo solo alla prima pagina di un libro di orrore, violenza, degrado e criminalità: ma ora chiediamo giustizia per tutti i bambini violati”, ha detto l’avvocato Pisani, chiedendo a gran voce “la castrazione chimica e nessuna pietà per i crimini sui bambini”. Ieri il presunto orco Raimondo Caputo è stato pestato a sangue da alcuni detenuti del carcere di Poggio Reale, intanto le indagini vanno avanti, perché il cerchio dell’orrore non è stato ancora chiuso dai magistrati: esisterebbero infatti altri presunti pedofili, altre persone che avrebbero coperto i loro reati e ostacolato le indagini, ed altri bimbi abusati in quello stabile infernale, a Caivano.

ricette la prova del cuoco

La prova del cuoco ricette: spatzle bicolori con pancetta croccante e tarassaco

Uomini e Donne, intervista esclusiva a Ludovica Valli: “Fabio è sempre stato il mio preferito”